Stadio - Mihajlović si aspetta quattro acquisti credits: Damiano Fiorentini - 1000cuorirossoblu.it

Stadio - Mihajlović si aspetta quattro acquisti

Scritto da  Mag 26, 2022

Sull'edizione odierna del "Corriere dello Sport - Stadio", Claudio Beneforti fa il punto sul prossimo futuro del Bologna: le idee sono chiare, Mihajlovic e Sartori hanno fatto il punto della situazione ma è chiaro che le cose potrebbero cambiare nel corso della finestra di mercato. Si parte dal reparto difensivo: bisognerà decidere il futuro di Binks, mentre poi bisognerà acquistare un altro centrale, cosa probabile se l'inglese andrà via. Tutto, quindi, dipenderà dalle eventuali cessioni: il contratto di Hickey ad esempio non è stato prolungato perché le sirene dalla Premier sono apprezzate, ecco dunque che il sacrificato potrebbe essere lui. Bisognerà poi pensare ad un suo sostituto, ma tutto dipenderà dalla cessione o meno di Dijks. 

Arrivando al centrocampo, potrebbe dire addio anche Svanberg: al suo posto, confermati i vari Dominguez, Soriano ed Aebischer, Mihajlovic vorrebbe un centrocampista simile a Schouten. Avventura terminata invece per Viola, Urbanski sarà aggregato alla prima squadra mentre Kingsley potrebbe essere ceduto in prestito. Per Vignato dipenderà tutto dal modulo, sicuramente potrebbe chiedere la cessione se qualcosa non cambierà dal punto di vista tattico.

Le priorità del Bologna saranno dunque un esterno, un centrocampista centrale e un vice Arnautovic. Molto dipenderà dalla volontà di Mihajlovic; in attacco, inoltre, Sansone potrebbe essere ceduto così come Orsolini, che non è più intoccabile. Barrow, infine, resterà, a meno che non arrivi un'offerta clamorosa.

Fonte: Corriere dello Sport - Stadio, Claudio Beneforti

 

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.