Seguici su

Bologna

Le PAGELLE di Roma-Bologna (1-3)

I voti di Roma-Bologna 1-3: eccellente prova di squadra dei Rossoblù, tra i migliori Calafiori e Zirkzee, oltre a Thiago Motta.

Pubblicato

il

Roma-Bologna (© Damiano Fiorentini / 1000 Cuori Rossoblù)
Roma-Bologna (© Damiano Fiorentini / 1000 Cuori Rossoblù)

Un match da grande per i Rossoblù: all’Olimpico Roma-Bologna finisce 1-3, nel segno di El Azzouzi, Zirkzee e Saelemaekers. Ecco i nostri voti.

Skorupski 6,5 – Un primo tempo, quello del polacco, nel quale ha pochi momenti d’intervento ma almeno due brividi nel quale, fortunatamente, la Roma apre troppo il piatto. Sull’1-2 giallorosso compie due grandi parate, ma al terzo tentativo è tagliato fuori.

Posch 7 – Il terzino austriaco è protagonista di un grande primo tempo: spinta, difesa, partecipe in tutte le azioni. La partita è importante e dimostra di non avere timore il 3 Rossoblù. Grande salvataggio nel secondo tempo sulla linea, dove si immola con la faccia, nel vero senso della parola.

  • Dal 80′ De Silvestri 6 – Entra e aiuta la squadra a reggere l’urto finale della Roma.

Beukema 7 – Attento, sempre al posto giusto: così si può descrivere la partita di Sam Beukema, presenza molto importante nella retroguardia Rossoblù.

Calafiori 8 – Prima da terzino in stagione, ma come al solito lui fa almeno tre ruoli all’interno della partita, e li fa tutti alla grande. Palla con il contagiri per la rovesciata di El Azzouzi sul primo gol, per nulla banale. Nel secondo tempo anche lui è più “difensivita” (e ci mancherebbe), ma sono i compagni a cercalo più volte in fase di ripartenza dal basso.

  • Dal 80′ Kristiansen 6 – Fa rifiatare da quella parte Calafiori, e contiene gli ultimi attacchi degli esterni giallorossi.

Lucumì 7 – Solo uno scivolone “macchia” un primo tempo sugli scudi da parte di Lucumì, che per il resto dimostra la sua solidità sugli attacchi avversari. Nel secondo tempo è un baluardo difensivo, e in più di un’occasione chiude tutto quello che gli passa di fianco.

Freuler 7 – Il Capitano in assenza di Ferguson sale in cattedra come al suo solito, e gestisce i tempi di gioco della sua squadra. Sul terzo gol è lui a recuperare e a lanciare i suoi, come è giusto che sia.

Aebischer 6,5 – Presente in fase di schermatura, presente in fase di impostazione, presente nelle azioni d’attacco del Bologna: una partita senza sbavature per lo svizzero.

El Azzouzi 7,5 – Torna titolare dopo due mesi, sempre all’Olimpico, e segna un gol favoloso: forse non ci credeva nemmeno lui, a dirglielo prima. Una prima frazione “solo” un po’ agitata per lui. Nella seconda frazione si chiude più verso il centro, in copertura del risultato.

  • Dal 77′ Urbanski 6 – Serve Castro per quello che poteva essere l’1-4, ma sfortunatamente era in fuorigioco.

Ndoye 7 – La carta di Thiago Motta, almeno nella prima frazione, si dimostra vincente: lo svizzero è quasi imprendibile per Angelino, e la prestazione è delle migliori. Nel secondo tempo si concentra più sulla copertura, non lesinando le sue sgasate.

  • Dal 80′ Fabbian 6 – Prova, come può, a dare respiro nei pochi attacchi alla fine, e aiuta i compagni in copertura.

Saelemaekers 7,5 – Se solo fosse un po’ più continuo… Una prestazione da grande di Alexis, che sin dai primi minuti mette in difficoltà la retroguardia romanista. Nel secondo tempo lascia anche il segno, con un grande pallonetto per l’1-3, vitale dopo l’1-2 della Roma.

Zirkzee 8 – Non sta più di quattro partite senza segnare, e infatti alle quinta timbra il cartellino. Grande partita del 9, che entra in tutti e tre i gol del Bologna: nel primo è lui a recuperare e ad aprire i “motori” sulla fascia, sul terzo da semplicemente una palla da gigante. Esce per noie muscolari, sperando non sia nulla di grave.

  • Dal 69′ Castro 6,5 – Ha voglia, e lo dimostra il continuo tentativo per il gol. Gol che arriva, e che gol, ma con il fuorigioco di Urbanski che vanifica tutto. Ma Santi è da tenere stretto, ci farà divertire.

All. Thiago Motta 8,5 – È tornato il mago, che riscopre El Azzouzi senza Ferguson e il 17 lo ripaga con una grande rovesciata e una prestazione ottima. L’intuizione di Calafiori terzino? Andate a vedere che partita ha fatto il 33, diremo “la solita”. Thiago e il Bologna fanno un passo da gigante verso la Champions, e ora devono continuare così, perché la strada è sempre meno.

ROMA: Svilar 6; Celik 5,5 (dal 52′ Spinazzola 5,5), Mancini 5, Llorente 5, Angelino 5 (dal 52′ Karsdorp 5,5); Cristante 5,5 (dal 85′ Joao Costa S.V), Paredes 5, Pellegrini 5,5; Dybala 6, Abraham 5,5 (dal 52′ Azmoun 6,5), El Shaarawy 5,5 (dal 72′ Baldanzi 5,5). All. De Rossi 6.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

1 Commento

1 Commento

  1. Domenico

    23 Aprile 2024 at 11:15

    Ma come si fa a mandare un napoletano ad arbitrare una partita, cosi importante sapendo che al prossimo turno la Roma dovrà affrontare il Napoli! Paredes ammonito al 3° per aver subito un fallo, di reazione e sapendo, ovviamente che era diffidato! E le altre ammonizioni? Il Bologna ha fatto una grande partita, ma se l’arbitro non avesse condizionato psicologicamente i nostri con tutte quelle ammonizioni, la partita sarebbe stata giocata in maniera diversa. Comunque il calcio diventa sempre più manipolato e sempre meno credibile:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *