Fali Ramadani e Pietro Chiodi Fali Ramadani e Pietro Chiodi Gazzetta dello Sport

Il Resto del Carlino - Caso Ramadani-Chiodi, evasione di circa 70 milioni

Scritto da  Dic 15, 2021

La procura di Milano ha aperto un’inchiesta su presunte irregolarità nel calciomercato, attraverso un sistema di “estroverstizione” societaria. Come raccontato da M. Cosani de Il Resto del Carlino, gli uomini delle Fiamme gialle hanno prima acquisito documenti di ben undici club di Serie A e B - comprese Juve, Inter, Milan, Roma, Napoli e Fiorentina - per poi ieri iniziare a la lettura e l’analisi degli atti relativi a tutti i calciatori gestiti dall’agente Fali Ramadani. Ora, il procuratore macedone (chiamato “Raiola dell’Est”), tra i 5 più importanti al mondo, è indagato con l’agente sportivo Pietro Chiodi per un’evasione fiscale di circa 60-70 milioni, derivati appunto dalle trattative di compravendita e di rinnovo dei giocatori. A far scattare i controlli sono state tre segnalazioni generiche di operazioni sospette, le cosiddette “sos”, da parte dell’organismo antiriciclaggio della Banca d’Italia. 

L’indagine, coordinata dal pm G. Polizzi e dal procuratore aggiunto M. Romanelli, riguarda i reati omessi di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi per gli anni tra il 2018 e il 2019, oltre che per riciclaggio e autoriciclaggio. Due giorni fa, la Guardia di Finanza ha effettuato perquisizioni nei confronti di Chiodi e sono andati negli undici club (non indagate) di Serie A e B, ossia Juventus, Torino, Milan, Inter, Verona, Spal, Fiorentina, Cagliari, Roma, Napoli e  Frosinone, per farsi consegnare i documenti.  

Al momento, oltre alle email tra ds, dirigenti, manager e Ramadani e la sua “cerchia”, sono stati raccolti una trentina di nomi. Numero che è destinato a salire alla fine dei controlli. I contatti, poi, verranno esaminati per vedere quali siano i compensi reali andati al “super procuratore”. Al vaglio (tra rinnovi, acquisti e cessioni), le operazioni  relative a Chiesa, Pjanic, Handanovic, Koulibaly, Rebic, Kalinic, Butic e l’allenatore Sarri.

 

Fonte: M. Cosani - Il Resto del Carlino

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Dicembre 2021 09:04
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.