Seguici su

Bologna

STADIO: I gol di Destro non arrivano da soli – 6 ago

Pubblicato

il


Interessante articolo, quello uscito stamani sullo Stadio, a firma di Lorenzo Longhi, che spiega numeri alla mano, perchè sia probabilmente insufficiente parlare di comprare o meno un attaccante che possa garantire tanti gol, e che invece il ragionamento vada leggermente ampliato.

Destro è un giocatore che potenzialmente, se infortuni e sfortuna lo abbandoneranno per qualche tempo, può tranquillamente arrivare in doppia cifra, e portare circa 15 gol alla causa. Questo potenziale basta? Forse si, forse no.

E’ chiaro che i gol di Destro non vengano da soli, ci vuole una squadra che lo supporti, creandogli le condizioni per segnare, ma non solo. Una formazione come il Bologna dovrebbe puntare ad almeno 20 gol segnati dal solo reparto offensivo, e poi aggiungere qualche gol degli altri reparti.

Come insegnato dal Bologna 2008/09 e nel 2010/11 un solo bomber (in quei casi Di Vaio) può farsi carico dell’attacco, lasciando le briciole agli altri: nel 2008/09 il vice-cannoniere fu Volpi con 4 reti mentre nel 2010/11 ci furono tra vice appaiati a 3 reti. Ma è altrettanto vero che si può fare ancora meglio, con un bomber che segna molto meno, e ne è la dimostrazione il campionato 2011/12, quando Di Vaio segnò solo 10 reti, con una media gol/minuti giocati similare a quella di Destro nella passata stagione, ma con Ramirez e Diamanti che andarono a segno 8 e 7 volte.

Se quindi arriverà o meno un attaccante, e se questo sarà un vice-Destro o una sua spalla, la cosa più importante è capire che è la squadra, con il suo gioco che determina il risultato finale, e che i gol di Mattia non arrivano da soli. Destro è la chiave del progetto, ma ha bisogno di aiuto.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *