Alex Zanardi Alex Zanardi Padova Oggi

Gazzetta dello Sport - Alex Zanardi è tornato a casa

Scritto da  Dic 20, 2021

La notizia è quella che possiamo paragonare ad un bellissimo regalo natalizio, che non può che fare veramente piacere a tutti coloro che amano lo sport in generale. Il mezzo per dare questa notizia, scrive oggi la Gazzetta dello Sport, è lievemente "anomalo", ma per la portata della notizia stessa, crediamo che la "sostanza" sia di gran lunga più importante della "forma". E la forma, in questo caso, è il sito della Bmw, tramite il quale la moglie Daniela segnala a tutti coloro che erano (e sono) in ansia per Alex, che Alex è tornato a casa. Quell'Alex è Alex Zanardi.

Questo è il comunicato: "Alex ha potuto lasciare l'ospedale qualche settimana fa e ora è tornato a casa con noi. Abbiamo aspettato a lungo che ciò accadesse e siamo molto felici che sia stato possibile ora, anche se in futuro ci saranno ancora dei soggiorni temporanei in cliniche speciali per effettuare misure di riabilitazione specifiche sul posto."

 A casa, fra i suoi affetti, per poter velocizzare la fase di recupero dopo il gravissimo incidente occorsogli quasi un anno e mezzo fa, quando, durante una tappa con la sua handbike, finiva rovinosamente contro un camion, che viaggiava in senso opposto : "Dopo il lungo periodo in ospedale è importante per lui tornare dalla sua famiglia. Per un anno e mezzo - ha continuato Daniela -, Alex ha avuto intorno a sé solo persone con mascherine e dispositivi di protezione e le visite erano molto limitate. Ora Stiamo con Alex tutto il giorno, lui è nel suo ambiente familiare e quindi può tornare un minimo alla normalità. Questo gli dà ulteriore forza. Siamo molto grati al personale medico delle cliniche in cui è stato curato", completa la moglie nell comunicato.

Alex è dunque tornato a casa, vicino a Bologna, dove continuerà le terapie e gli esercizi per recuperare il più possibile la condizione migliore possibile. 

Un fortissimo in bocca al lupo Alex, da parte di tutti noi.

 

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"