Le parole di Poli e De Maio in Mixed Zone – 18 feb

Scritto da  Feb 18, 2018

Andrea Poli ha commentato così la faticosa vittoria contro il Sassuolo: “Sono contento per il gol, lo dedico a Teodora, la mia fidanzata, e alla mia famiglia. Oggi c’erano tutti. Ma sono ancora più contento per aver vinto questa gara. Nelle ultime partite abbiamo raccolto poco, nonostante le buone prestazioni: Abbiamo giocato un bellissimo calcio per un quarto d’ora, così come a Napoli e con l’Inter, poi c’è stato un rilassamento generale e abbiamo sofferto le ripartenze, ma dobbiamo ripartire da quei primi minuti di oggi. Non è vero che non c’è gioco e che sbagliamo sempre approccio, io non ricordo occasioni in cui abbiamo sbagliato completamente partita, a parte ovviamente Torino. Non pareggiamo quasi mai, ci manca questo, abbiamo poco cinismo ed è una cosa data dalla poca esperienza della nostra squadra. Oggi sì, forse poteva starci il pari, ma quante volte dovevamo pareggiare e abbiamo perso? Il calcio va così, questa volta è andata bene a noi. Oggi vanno poi considerate le assenze pesanti che avevamo, abbiamo strappato tre punti coi denti e siamo stati ripagati di quanto abbiamo fatto nelle ultime gare senza ottenere. Vincere nonostante le difficoltà è un segnale molto importante, ci deve dare ancora più forza e sicurezza. La classifica è buona, in linea con i nostri obiettivi. Adesso siamo appaiati al Genoa, rinato sotto la gestione Ballardini, che sfideremo la prossima settimana, e davanti a noi abbiamo quasi tutte squadre costruite per lottare in zona Europa, quindi siamo esattamente dove dovremmo essere. Per noi è come una finale. L’esultanza di Pulgar? Così come il pubblico è libero di fare ciò che vuole, Erick è libero di esultare così. Immagino non gli siano piaciuti i fischi, un momento di nervosismo ci sta, ma sono sicuro che non sarà un episodio che andrà a incrinare il rapporto coi tifosi. La squadra ha voglia di fare bene e continuerà a lavorare indipendentemente da critiche e fischi. Oggi Erick evidentemente si è sentito di esternare in quel modo le sue emozioni, tra l’altro dopo aver fatto una gran bella partita. Merita sicuramente una parola positiva, è un gran bel giocatore, abbiamo legato anche fuori dal campo e mi trovo molto bene a giocare con lui.”

Anche Sebastian De Maio è intervenuto ai microfoni in Mixed Zone, ecco le sue parole: “Abbiamo espresso un bel calcio per 20 minuti, ma poi ci siamo abbassati troppo e abbiamo lasciato campo al Sassuolo. Da lì il Bologna ha avuto difficoltà ma ha reagito di squadra, di gruppo e l’unica cosa che contava era la vittoria. Credetemi, oggi non era facile, quindi voglio fare i complimenti a tutti i miei compagni perché ci servivano i punti e li portiamo a casa. Chiedo scusa ai nostri tifosi perché a un certo punto ho reagito male a qualche fischio, stavamo vivendo minuti non semplici e sentire la nostra gente scontenta non ci ha fatto bene, ma capisco che in quel momento, giustamente, non erano soddisfatti. La tensione della gara può portare un giocatore a reagire non bene e pertanto mi scuso, hanno tutto il diritto di esprimersi e di arrabbiarsi dal momento che pagano il biglietto per guardarci. Guardiamo al domani con fiducia, arriva il Genoa ed è un’altra partita da non sbagliare.”