Seguici su

Bologna

Calciomercato Bologna – Linea verde o esperienza? Come sarà il mercato dei Rossoblù?

La linea del Bologna, in questo calciomercato, prosegue con un “mix” tra gioventù e esperienza: denominatore comune? Il talento

Pubblicato

il

Calciomercato Bologna (© Bologna FC 1909)

Siamo appena all’inizio di questa lunga e calda estate, la quale porta con sé anche una nuova sessione di calciomercato. Il Bologna, come confermato anche dal nuovo allenatore Vincenzo Italiano, ha tutta l’intenzione di migliorare la propria rosa in vista del triplo impegno che attenderà i Rossoblù da agosto in poi. I nomi usciti negli ultimi tempi vedono una propensione a perseguire una linea verde, specialità di Giovanni Sartori, senza però precludersi qualche nome già “esperto”.

Calciomercato Bologna, priorità ai giovani?

Il paragrafo parte inevitabilmente con questa domanda. Si, perché non è un diktat, ma sembra essere una scelta di continuità con quella che è l’idea del Bologna: una squadra giovane (quella dello scorso anno ne è un esempio, ndr), con qualche punta di esperienza qua e là. E quindi i nomi su cui i Rossoblù stanno ragionando e seguendo da vicino hanno quasi tutti una specifica caratteristica: la gioventù.

Wolfe, Mitaj per la fascia destra; Prass, Vranckx, Casadei, Brescianini per il centrocampo; Broja, Alberto e altri profili per l’attacco. Il Bologna crede nel suo progetto e crede nella crescita di determinati giocatori, esattamente come abbiamo visto nella scorsa stagione.

Bologna, quella punta d’esperienza più che necessaria

Dall’altra parte, invece, mentre le attenzioni sono sui talenti dalla carta d’identità “verde”, si lavora parallelamente per aggiungere quel pizzico d’esperienza che può essere determinante ai fini del risultato. Un esempio su tutti? L’acquisto di Remo Freuler la scorsa estate. Il metronomo svizzero, unico trentenne acquistato nella passata sessione estiva, è stato a dir poco fondamentale per il Bologna e per il raggiungimento della Champions League. E proprio nella massima competizione europea per club, l’esperienza è fondamentale.

Ecco allora gli obiettivi primari, quelli in cima alla lista: Robin Gosens e Vangelis Pavlidis su tutti. Il primo, ormai, lo conoscono tutti per quanto fatto in Italia, e tutti lo prenderebbero senza batter ciglio. Il secondo, forse, è meno conosciuto sulla piazza, ma unisce l’esperienza all’età giusta: il greco è un classe 1998, nel pieno della maturità calcistica.

Bologna, il calciomercato che sarà

Sembra essere, quindi, ben tracciata la strada del Bologna: un calciomercato fatto di opportunità, di gioventù ma anche di esperienza in ruoli delicati. Un allenatore come Vincenzo Italiano, il quale ha dimostrato di non temere il lavoro con i giovani – vedere Kayode alla Fiorentina, classe 2004 – ma che sa quanto sia fondamentale avere la maturità necessaria in certe situazioni – Bonaventura un esempio su tutti. Ben venga, quindi, un raggio ampio di manovra, che unisca il talento giovane e il talento “navigato”: tutto fa brodo, e il Bologna vuole continuare con questa ricetta.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *