Il Resto del Carlino - Virtus e l’Eurocup, il Partizan si candida per ospitare le final eight

Scritto da  Apr 20, 2020

 

 

 

Massimo Selleri per “Il Resto del Carlino” fa una breve disamina sulla situazione dell’ Eurocup in casa Virtus.

Il presidente del Partizan Belgrado, Ostoja Mihajlovic, ha proposto all’Eurolega di organizzare le final eight nel palazzo del proprio club. La Virtus aveva già offerto la propria disponibilità per l’autunno, ma sembra difficile si possa giocare nel Paese maggiormente colpito dal virus in Europa.

I problemi comunque sono ancora consistenti e lontani dalla soluzione: bisogna innanzitutto fare i conti con le scadenze contrattuali (30 giugno) e far ritornare ai rispettivi club i vari giocatori sparsi in tutto il globo, rispettando le norme vigenti per viaggiare durante la quarantena.

Comunque, proprio in questi giorni in Spagna si tenta di ripartire: la lega spagnola ACB sta valutando la possibilità di giocare un mini-torneo a 12 squadre a partire da metà giugno, con un mese di tempo per riunire i roster e svolgere una minima preparazione atletica. Questa proposta potrebbe essere presa in considerazione anche per gli altri tornei, visto che la proposta bianconera di tornare a giocare a settembre non ha trovato al momento conferme rilevanti, pur essendo senza dubbio la più sensata.

Il Partizan, secondo indiscrezioni, considera un diritto giocare in casa il torneo, poiché ha concluso la Top16 coi punteggi migliori. Il vero punto però riguarda la presenza del pubblico, eventualità che al momento escluderebbe del tutto la Virtus.

Ultima modifica il Lunedì, 20 Aprile 2020 10:19