RdC - Verdi deve decidere se lasciare o raddoppiare - 11 Gen

Scritto da  Gen 11, 2018


Il termine ultimo è l'inizio della prossima settimana, giorni in cui il concorrente Simone dovrà decidere se lasciare o raddoppiare. Ci fosse ancora, Mike Bongiorno, consiglierebbe certamente di raddoppiare: perché fermarsi ora, proprio quando hai il fuoco negli occhi di prendere sempre più e raggiungere la cima del monte?
Per il momento, l'unico fuoco che Verdi sta sentendo è quello del sole di Dubai che gli pizzica la pelle. Prima era "no", poi era "ci vediamo a giugno", poi è diventato "sì" e, ora, sembra che ci sia uno stallo sul "sì, ma...".
Ovvio anche che le voci esterne non lo stiano aiutando perché se Donadoni lo invita a pensare in grande, Signori gli consiglia di ascoltare il suo cuore. E allora via, quasi dall'altra parte del mondo con la fidanzata Laura, a pensare se forgiarsi definitivamente sotto i ferri del Dio Vulcano o continuare una stagione in casacca rossoblù che, nonostante alti e bassi, sta fruttando.
I numeri parlano chiaro: Verdi è il giocatore più utilizzato, con 1822' e 20 presenze. Inoltre, si contano anche 6 gol e 5 assist, con i quali ha contribuito a far raggiungere alla squadra le 23 reti complessive segnate.
Deulofeu, nel frattempo, aspetta. Anzi, lo spagnolo sarebbe un'operazione da portare avanti in parallelo ma fino ad ora sembra di capire che, nella testa di Sarri, vada a genio Simone, probabilmente perché lo conosce dai tempi di Empoli. L'offerta dei partenopei è buona (25 milioni più 3 di bonus) ma anche la società bolognese, in questo caso, deve decidere se lasciare o raddoppiare: il portafoglio, magari, opta per la prima opzione; il cuore per la seconda.
Verdi tornerà a casa sabato, tempo di decidere se disfare le valigie o farne delle altre. Il popolo rossoblù, intanto, spera che la vicenda si concluda con lo storico "ALLEGRIA!".

Ultima modifica il Giovedì, 11 Gennaio 2018 12:05
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.