Stampa questa pagina

Il Resto del Carlino - Il bollettino dell'infermeria

Scritto da  Nov 06, 2019

Buone e cattive notizie per quanto riguarda gli infortunati: se da una parte c'è un Tomiyasu pronto a bruciare le tappe e tornare in gruppo prima del previsto, dall'altra c'è Mitchell Dijks costretto a star fuori ulteriormente per un problema a un dito del piede destro.

Per l'olandese, fermatosi durante l'allenamento pre Juve (dove ha piantato involontariamente il dito a terra), un ulteriore tegola dopo l'infortunio di fine settembre, perchè tra una cosa e l'altra è dal 22 di quel mese che il terzino è ai box. Rientro previsto per fine mese.

Va bene invece a Tomi, il cui calvario dovrebbe finire entro poco, rendendolo nuovamente disponibile per la partita col Parma. Il difensore ha bruciato le tappe: si era infortunato il 10 ottobre alla coscia con la propria nazionale, con verdetto di circa 40 giorni di stop. Ma il giapponese ha abbreviato i tempi del rientro, andando di fretta per riconquistare un posto da titolare fisso.

Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.