Il Resto del Carlino - Arnautovic suona la carica: "Sono pronto al 100% per domenica"

Scritto da  Ott 15, 2021

Per la prima volta da quando è a Bologna l’irriducibile Marko Arnautovic si è dovuto fermare per via di un guaio muscolare che l’attaccante si trascina da prima dell’Europeo, e che lo ha costretto a rinunciare alla convocazione con la sua Austria per le partite di qualificazione al mondiale qatariota del prossimo anno. Ora, a due settimane di distanza dall’ultima partita giocata, ossia la vittoria interna contro la Lazio, Arnautovic è pronto a tornare in campo contro l’Udinese perché, come ha detto lui stesso in un’intervista a Bfc Tv, il peggio sembra passato. 

Ultimamente ho giocato molte partite, col Bologna e con la Nazionale” ha detto il centravanti rossoblu, che dopo la Lazio è tornato a sentire dolore al bicipite femorale destro. Da lì la decisione, di comune accordo con lo staff medico della nazionale austriaca, di far rimanere Arnautovic a Bologna in modo da poter smaltire al meglio l’infortunio. E la scelta pare essere stata giusta, dato che lo stesso Arnautovic afferma di essere sulla buona strada, che ancora sente qualcosa ma anche che si sente al 100% per la sfida di domenica pomeriggio alla Dacia Arena. Dunque Arnautovic sarà in campo dall'inizio contro l’Udinese, salvo ripensamenti dell’ultimo minuto di mister Mihajlovic. E, da guerriero qual è, l’austriaco è pronto per una sfida che sarà molto fisica, conoscendo la stazza dei giocatori di Gotti: “Ho giocato molti anni in Inghilterra e so che cosa sono le partite fisiche. Queste sono le sfide che mi piacciono, perché mi piace cimentarmi in partite dure”. Un Arnautovic carico, dunque, che spera di ripetere la bella prestazione offerta contro la Lazio. Un Arnautovic anche tattico, che ci tiene a sottolineare quanto sia stato importante il passaggio ad un modulo più difensivo come il 3-5-2: “Il modulo ci ha dato più sicurezza dietro. Nelle precedenti partite abbiamo preso troppi goal e adesso vogliamo invertire la rotta, essere più compatti dietro e andare tutti insieme in attacco”. Le premesse per una buona partita ci sono tutte, secondo Arnautovic, che spiega inoltre come nonostante il fastidio muscolare siano state due settimane molto intense dal punto di vista del lavoro.

Arnautovic ha raccontato qualche dettaglio anche della sua vita privata e del suo arrivo a Bologna: “Fuori dal campo sto vivendo un periodo un po’ stressante perché abbiamo trovato casa e stiamo traslocando. Ma i miei figli frequentano già la scuola, in città mi sento come a casa e benvoluto da tutti e ho buone sensazioni per i prossimi anni”. Nessun hobby per l’instancabile austriaco, che dice di pensare solo a stare in famiglia e a prepararsi al meglio per le partite che lo attendono. 

Ultima modifica il Venerdì, 15 Ottobre 2021 08:35