Il film della partita: Bologna - Fiorentina in 5 momenti Twitter: Bologna Fc 1909

Il film della partita: Bologna - Fiorentina in 5 momenti

Scritto da  Dic 06, 2021

Derby dell’Appennino dal gusto amaro per il Bologna, che nonostante l’ottima prestazione cade sotto i colpi di una Fiorentina cinica nel momento di colpire i rossoblu. Una bellissima partita al Dall’Ara che termina 3-2 in favore dei viola, una sconfitta che in ogni caso non ridimensiona le ambizioni degli uomini di Sinisa Mihajlovic che scivolano a -3 punti proprio dalla Fiorentina che al momento occupa il 6° posto in classifica. Ecco, dunque, Bologna - Fiorentina in 5 momenti

SI METTE MALE(H) - Nel primo tempo sono gli ospiti a fare la partita ma il Bologna si difende bene, con la retroguardia guidata con un’altra grande prestazione da Gary Medel. Al 33° minuto però la Fiorentina riesce a trovare il vantaggio, forse sull’unica sbavatura della difesa rossoblu fino a quel momento: Nico Gonzalez con un cross dalla destra trova l’inserimento a centro area di Youssef Maleh; Soriano non lo segue e De Silvestri si trova in mezzo fra l’italo-marocchino e Riccardo Sottil, con il primo che non ha problemi a battere da pochi passi Skorupski. 

TUTTO BELLISSIMO - Il Bologna assorbe il colpo del goal dello svantaggio e non si scompone, anzi dopo solo 9 minuti confeziona un autentico capolavoro: il solito Svanberg si infila fra le maglie dei viola (oggi, in realtà, vestiti di giallo) e dalla trequarti disegna un arcobaleno che arriva perfettamente sulla corsa di Musa Barrow, che appena dentro l’area scarica un bolide al volo su cui il portiere avversario Pietro Terracciano non può nulla. Un goal bellissimo, forse il più bello finora della stagione rossoblu, che vale il momentaneo pareggio. 

BARROW CHIAMA BIRAGHI RISPONDE - Nella giornata dei due goal da calcio d’angolo di Calhanoglu e Cuadrado, anche Bologna e Fiorentina non sono da meno in quanto a spettacolarità. Infatti, dopo lo stupendo goal di Barrow, arriva un altro bellissimo goal, questa volta su punizione: al 51° minuto, infatti, la Fiorentina ha un’ottima occasione con una punizione dal limite dell’area; sul pallone si presenta Cristiano Biraghi che con un mancino a girare infila la palla sotto l’incrocio dove Skorupski non può arrivare. 

CHE PASTICCIO - Se sul goal del 2-1 è difficile oltre che ingiusto cercare un colpevole per la rete della Fiorentina, al 65° minuto la difesa del Bologna, o meglio Aaron Hickey e Lukasz Skorupski, combina un bel guaio: un passaggio filtrante di Vlahovic per Nico Gonzalez sembra di facile lettura per la retroguardia rossoblu; tuttavia l’intervento in scivolata dello scozzese con l’uscita troppo avventata di Skorupski spianano la strada all’esterno argentino, che si fionda sul pallone. Lo stesso fa il portiere rossoblu, che però arriva in ritardo e stende il giocatore della Fiorentina: calcio di rigore per i viola, e Dusan Vlahovic fa 12 su 12 dal dischetto, dando alla Fiorentina il doppio vantaggio. 

MAI MOLLARE - Il Bologna questa volta accusa il colpo, ma anche sotto di due goal continua a spingere per provare a riaprire la partita: all’83° minuto Riccardo Orsolini apre il contropiede per Aaron Hickey con un ottimo lancio a cambiare campo; il terzino scozzese è veloce e arrivato al limite dell’area rientra sul destro e calcia verso la porta avversaria. Il tiro, complici anche un paio di deviazioni, beffa Terracciano e finisce in porta, con il Bologna che riapre la partita grazie alla terza rete in campionato di Hickey, sempre più importante anche in fase offensiva. 

Ultima modifica il Lunedì, 06 Dicembre 2021 15:38