RdC - La Coveme torna in paradiso: è A2 - 29 apr

Scritto da  Apr 29, 2018

Dopo 24 anni, dopo 24 lunghi lunghissimi  anni, il sogno Coveme si tramuta in realtà: battendo la Canovi Sassuolo, 3 a1 , con una partita comunque tirata al 4 set, le ragazze di Casadio consolidano il primato aritmetico  in classifica,  aggiudicandosi la possibilità di disputare l'anno prossimo l'A2. Coach Casadio, al termine del vittorioso match contro le sassolesi, ha dedicato la vittoria e la promozione all'artefice della pallavolo sotto le due torri:" Dedico questa impresa a Nerio Zanetti: non c'è più e mi manca. Sono stato un suo giocatore lui mi ha trasmesso la passione per la pallavolo, siamo stati amici per tutta una vita. Ho visto sua moglie alla partita e il mio pensiero non può che andare a lui". Poi continua e racconta il suo modo di intendere questa vittoria e la pallavolo in generale:" E' stata una grande stagione, coronata da una grande impresa. Siamo la dimostrazione che la pallavolo di provincia, che si costruisce in casa e con il cuore, può ancora vincere sulla quella moderna dei procuratori. Abbiamo fatto una roba pazzesca e lasciatemelo dire: ce la siamo merita questa serie A". Un ringraziamento del coach va soprattutto alle ragazze, che definisce "straordinarie tutte, dalla prima all'ultima", che hanno giocato una "partita perfetta, ultima di una stagione perfetta". Adesso, conquistata la A2 occorre tenersela e i prossimi mesi saranno impiegati a trovare finanziatori per una gestione che potrebbe costare anche il doppio o il triplo della stagione appena terminata. E la prima notizia buona arriva, proprio, dal primo cittadino di San Lazzaro, Isabella Conti, presente alla palestra Kennedy durante la vittoriosa partita:" Le ragazze sono state straordinarie e l'anno prossimo avranno una palestra all'altezza della Serie A2: il PalaYuri".  E questa era una delle migliori notizie possibili per aprire in anticipo la nuova stagione.

 

(Fonte Marcello Giordano - RdC - Photo BalooVolley)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"