Stampa questa pagina

Tsunami Fortitudo: spazzato via Nettuno anche in gara 2!

Scritto da  Mag 12, 2019

 

 

Dopo circa tre ore di gioco, 15 valide e 3 fuoricampo, la Fortitudo chiude splendidamente il weekend contro Nettuno stravincendo anche gara 2. In questo insolito anticipo pomeridiano, l’Aquila prende letteralmente a pallate la compagine laziale sin dalle prime battute, archiviando l’incontro per manifesta superiorità al 7° inning sul punteggio finale di 16 a 5.

Ora la pausa - intervallata dal prestigioso test amichevole contro la nazionale in programma mercoledì a Bologna - poi sarà la volta del tanto atteso derby felsineo contro Castenaso.

La partita. Nonostante un sole splendente, il sabato nerissimo del pitcher nettunese Taschini comincia già dal primo inning. Pronti via, singolo di Ferrini e valida di Leonora. Successivamente, Marval la spara oltre le recinzioni riportando a casa base i due compagni di squadra per un rapidissimo 3 a 0.

La risposta tirrenica giunge immediata sul capovolgimento di fronte: Ustariz legna un homer su Pizziconi e si guadagna il punto del 3 a 1. Il classico fuoco di paglia però, immediatamente spento dalla contro reazione biancoblù.

Doppio in piedi di Grimaudo che ristabilisce subito le distanze sul tabellone a seguito delle clamorosa martellata a sinistra di Leonora. Con Ferrini in terza base e lo stesso olandese in seconda, arriva il primo fuoricampo stagionale di Polonius per il 7 a 1.

L’avanzata bolognese sembra inarrestabile e la successiva valida di Vaglio costringe coach Morville ad un cambio sul moud. Andreozzi sostituisce Taschini, ma la musica non cambia. Alla terza ripresa, Leonora spinge a casa base Martina con l’ennesimo doppio, mentre Ferrini aggiunge un altro punto sulla volata di sacrificio di Polonius.

Nonostante una buona prova di Pizziconi, al 4° attacco Nettuno batte un colpo con Mazzanti sul campanile profondo di Rodriguez.

A campi invertiti, con Agretti e Grimaudo in base per ball, Ferrini colpisce un singolo che vale il 10 a 1. Il City opta per il terzo cambio sulla collinetta con Teran che prende il posto di Andreozzi. Con il nuovo rilievo, le valide punto degli scatenati Leonora e Polonius portano il risultato sul 12 a 2. Al inning, la mazza di Angulo manda a segno Nicola Garbella autore di un doppio in precedenza. La EFFE non ci sta e contrattacca immediatamente con Vaglio (colpito) a punto sulla battuta in diamante di Grimaudo. 13 a 3. Intanto, Claudio Scotti entra in scena sostituendo Pizziconi. Il giovane lanciatore inizia con qualche patema - consegnando due passaggi gratuiti ad Alvarez e Rodriguez - poi sembra rimediare con un paio di eliminazioni al piatto, ma è punito da Nicola Garbella che con un doppio a destra manda a casa entrambi i corridori. Nella parte bassa, Leonora fa 5 su 5 e grazie ad un clamoroso triplo a sinistra manda a segno Fuzzi, finito poco prima in base per ball. L'esterno va poi a segno sulla battuta in scelta difesa di Marval, ristabilendo le 10 lunghezze di vantaggio necessarie per chiudere l’incontro anticipatamente. L'attacco prosegue con il doppio in piedi di capitan Vaglio e, dopo una battuta in diamante di Dobboletta, Marval segna il 16 a 5. Nel 7° inning, Bassani sale sul monte di lancio e difende la manifesta superiorità con cui la Fortitudo ottiene l’ottava vittoria consecutiva.

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Domenica, 12 Maggio 2019 14:21
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League