Stampa questa pagina

Corriere Bologna - La Ferrari scende in campo per l'emergenza Covid 19: aiuterà la Siare nell'assemblaggio dei dispositivi di ventilazione

Scritto da  Mar 21, 2020

 

 

La Ferrari scende in campo, ma questa volta lo fa per aiutare il suo territorio per l'emergenza sanitaria che lo ha colpito. Già durante la Seconda Guerra Mondiale, la casa di Maranello aveva aiutato l'industria bellica nazionale con la costruzione di alcuni componenti militari, oggi va oltre e prova a dare una mano, "riconvertendo" di fatto una parte della sua produzione (che è ferma fino al 27 marzo, per tutelare i suoi dipendenti). L'idea ha preso vita dopo una riunione fra Gianluca Preziosa (titolare della Siare di Crespellano, unica azienda del territorio italiano che produce i ventilatori tanto preziosi per le sale di rianimazione di tutti gli ospedali d'Italia), responsabili della Exor (capogruppo della Fiat, nella cui galassia societaria c'è appunto la Ferrari) e Domenico Arcuri, commissario nazionale per l'emergenza Covid 19. Due le ipotesi di sinergia che si percorreranno: una sarà quella "logistica", vista anche la vicinanza dei due stabilimenti che in linea d'aria non superano i 30 chilometri, l'altra "produttiva", dove la stessa Ferrari  si potrebbe occupare di assemblaggio di una parte dei dispositivi di ventilazione.

Intanto a Crespellano, negli stabilimenti della Siare, ai trentacinque dipendenti, che si stanno prodigando con un lavoro straordinario, sono già stati affiancati 12 tecnici, tra civili e militari (questi ultimi provenienti da Aziende del perimetro della Difesa Italiana)e altri 13 arriveranno lunedì prossimo. Obiettivo sfidantissimo: provare a portare la produzione da 160 a 500 ventilatori al mese, per dare una mano concretissima all'emergenza delle sale di rianimazione italiane.

 

(Fonte Mauro Giordano . Corrbo)

 

Ultima modifica il Sabato, 21 Marzo 2020 18:37
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"