Stefano Baldini Stefano Baldini fonte immagine: coni.it

Storie Olimpiche - Atene 2004, Stefano Baldini vince l'oro nella maratona

Scritto da  Giu 30, 2021

A 108 anni dalla prima volta. I Giochi Olimpici moderni tornano a casa. Quella che avrebbe dovuto essere, secondo le attese dei media e dell’opinione pubblica, la città ospitante dell’edizione del 1996, quella del Centenario delle Olimpiadi, ottiene l’organizzazione appena 8 anni più tardi. È un’edizione che sarà segnata da diversi casi di doping, scoperti a posteriori, e un grandissimo risultato per la spedizione Azzurra, vincitrice di ben 32 medaglie, di cui 10 d’oro.

L’ULTIMO GIORNO – Dopo sedici giorni di gara, in cui la spedizione azzurra aveva già vinto 9 medaglie d’oro, l’attesa era tutta per l’ultima gara: la maratona. L’Italia aveva trionfato ufficialmente solo nella Maratona solo con Gelindo Bordin a Seul 1988. Stefano Baldini, campione europeo della distanza nel 1998 e ritiratosi nella gara di Sydney 2000, era sicuramente tra gli uomini più attesi della spedizione azzurra perché potenzialmente atleta da medaglia.
La gara parte proprio da Maratona, una cornice affascinante che, se possibile, rende la gara ancor più importante. La corsa è tirata fin dalle prime battute. Dopo pochi chilometri a fuggire è il brasiliano Vanderlei de Lima, che aumenta il ritmo e fa il vuoto rispetto ai rivali. Il suo vantaggio a metà gara è di oltre 40 secondi.
Il ritmo del maratoneta verdeoro però è destinato a diminuire, se ne accorge un terzetto alle sue spalle: Baldini, lo statunitense Keflezighi e il keniota Tergat. I tre rimontano velocemente, Tergat molla il colpo a una 7 km dalla conclusione. Contemporaneamente Baldini riesce a staccare l’americano Keflezighi. Con de Lima in difficoltà la rimonta è inesorabile.
Superato il 35° chilometro accade l’imponderabile. Vanderlei, già in difficoltà, viene aggredito da un manifestante (già autore di un’invasione di pista al GP di Gran Bretagna dell’anno precedente) che lo trascina via dalla strada, in mezzo al pubblico. Perde altri secondi importanti, e solo grazie all’intervento della folla di altri spettatori riesce a tornare in corsa dopo pochi secondi.
Allo scoccare delle due ore di corsa, Baldini raggiunge il brasiliano, è il sorpasso definitivo. Stefano corre verso la gloria eterna. All’ingresso dello stadio Panathinaiko: il sorriso stampato sulle labbra, l’emozione di chi sta per scrivere il suo nome nella storia. Stefano Baldini è Campione Olimpico della Maratona.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.