Lady B: il punto sulla serie cadetta – 3 Ott

Scritto da  Ott 03, 2017

Ben ritrovati cari lettori, con un altro appuntamento riguardante tutto ciò che accade in Serie B, iniziata questa settimana con una sfida parecchio interessante, quella fra Parma e Salernitana conclusasi sul punteggio di 2 a 2. Vantaggio crociato al 17° grazie ad un pregevole lob di testa di Di Cesare sulla punizione di Dezi, seguito dal raddoppio di Lucarelli al 32°. Nella ripresa crescono i granata, accorciando al 56° con il goal di Sprocati e pareggiando i conti all’81° con Vitale su calcio di rigore.

Il match di apertura del sabato, Avellino-Empoli, ha offerto un grande spettacolo con entrambe le squadre all’inseguimento della vetta della classifica, in una sfida vinta dagli irpini per 3 a 2. Partita subito in salita per i lupi quando all’11° Donnarumma porta avanti i toscani, ricevendo da Bennacer al limite dell’area e scaricando un destro al volo direttamente in porta, un missile terra aria imparabile per Radu. Il raddoppio dell’Empoli arriva al 47° con una gran punizione di Zajc, tamponata però subito dalla rete di testa di Kresic che rilancia le speranze dell’Avellino, che trova il goal del pareggio su rigore con Castaldo al 62° ed il goal del vantaggio al 69° con il colpo di testa di D’Angelo sullo splendido cross di Laverone.

La Pro Vercelli dà una mossa alla propria classifica, rifilando una manita pesantissima al Cesena e relegando i romagnoli in fondo alla classifica, in una gara che vede come risultato finale un 5 a 2 in favore dei piemontesi. Partita subito scoppiettante, con i bianconeri che mettono subito la freccia del sorpasso grazie al mancino di Dalmonte al 7°, un goal vanificato subito dal colpo di testa di Bergamelli al 16° su calcio d’angolo. Pochi minuti dopo ci pensa Jallow a riportare in vantaggio il Cesena, con un piattone destro preciso a tu per tu con Marcone. La prima frazione si conclude sul 2 a 1, con i padroni di casa che però reagiscono subito ad inizio ripresa, segnando la marcatura del pareggio al 59° con Rovini (abile ad anticipare Fulignati in uscita), ribaltando il risultato al 63° con Raicevic, al quale sono poi seguiti il tap in vincente di Firenze a porta sguarnita ed il rigore di Vives al 75° per chiudere definitivamente i conti.

Ternana e Venezia si son date battaglia nel sabato pomeriggio pallonaro, con la squadra di Inzaghi che si è imposta in casa dei rossoverdi per 3 a 2, agganciando il gruppo delle inseguitrici per la vetta della classifica. Riescono a passare subito in vantaggio i lagunari grazie al goal di Zigoni al 2° minuto, che resiste fino alla fine del primo tempo. Nella ripresa Plizzari combina un pasticcio, facendosi autorete, un errore pesante che penalizza i suoi profondamente, fino alla reazione in zona Cesarini che porta ad un pareggio inaspettato, prima col goal di Montalto all’83° e poi col pareggio di Varone un minuto più tardi. Sembra cosa fatta il pareggio, ma Domizzi non ci sta ed in pieno recupero sigla il goal partita regalando ai suoi compagni ed al suo allenatore tre punti fondamentali per inseguire il sogno della Serie A.

Foggia e Novara, una partita tra due formazioni che attualmente stazionano in posizioni di classifica simili, ma con ambizioni più importanti, che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadra che si spartiscono un punto a testa a seguito del 2 a 2 dopo il fischio finale. Gaudenziani subito in palla che concretizzano gli sforzi al 31° con il vantaggio di Moscati, autore di uno splendido tiro dai 30 metri che si infila all’incrocio dei pali difesi da Guarna. Nella seconda frazione il Foggia rimedia allo svantaggio del primo tempo grazie al rigore trasformato da Mazzeo al 51°, seguito dal vantaggio ad opera di Fedato, che riceve un cioccolatino dal numero 19, salta Montipo e deposita in rete a porta vuota. I minuti passano inesorabili, sembra ormai cosa fatta per i pugliesi, ma all’84° Dickmann su calcio d’angolo incorna in rete, regalando un pareggio inaspettato ai suoi.

Nelle altre gare di giornata l’Ascoli ha pareggiato con il Palermo per 0 a 0, il Brescia ha sconfitto la capolista Perugia per 2 a 1 (Kwang-Song Han al 49°; Caracciolo al 66° e Bisoli all’80°), il Pescara ha sconfitto al Cabassi il Carpi per 1 a 0 (Capone al 37°), l’Entella ha vinto al Tombolato sul Cittadella per 1 a 0 (Troiano al 46° su rigore), lo Spezia ha sconfitto in casa il Bari per 1 a 0 (Lopez all’84°) ed il Frosinone ha pareggiato 0 a 0 con la Cremonese nel posticipo del lunedì, raggiungendo la vetta della classifica con un punto di distacco dal Perugia.

I risultati completi di giornata

Parma-Salernitana 2-2

Ascoli-Palermo 0-0

Avellino-Empoli 3-2

Brescia-Perugia 2-1

Carpi-Pescara 0-1

Cittadella-Virtus Entella 0-1

Pro Vercelli-Cesena 5-2

Spezia-Bari 1-0

Ternana-Venezia 2-3

Foggia-Novara 2-2

Frosinone-Cremonese 0-0

La classifica aggiornata

1° Frosinone 14

2° Perugia 13

3° Palermo 13

4° Avellino 13

5° Empoli 11

6° Carpi 11

7° Pescara 10

8° Cittadella 10

9° Venezia 10

10° Parma 10

11° Spezia 10

12° Brescia 9

13° Cremonese 9

14° Bari 9

15° Virtus Entella 9

16° Salernitana 8

17° Novara 7

18° Ascoli 7

19° Foggia 7

20° Ternana 5

21° Pro Vercelli 5

 

22° Cesena 4

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, appassionato di calcio, basket, della lettura ed appartenente alla categoria dei "nerd", tifoso principalmente del Bologna FC 1909 ma anche dell'Arsenal.