Don RodriGOL con l'entusiasmo di un ragazzino - 1 ott

Scritto da  Ott 01, 2017

Inizio di stagione d'applausi per il Bologna di Donadoni, che ha trovato, forse inaspettatamente, un uomo e un campione vero. Stiamo parlando di Rodrigo Palacio, uno dei simboli di questo avvio a tinte rossoblu, e uomo copertina dell'ultima partita vinta contro il Genoa. 

Quando è arrivato sotto le Due Torri molti erano scettici, e i più ottimisti lo consideravano si un buon acquisto, ma che non potesse reggere i 90 minuti, e che l'apporto maggiore l'avrebbe dato a partita in corso. Invece "El Trenza" ha stupito tutti, ripeto, non per la classe e l'eleganza in campo, ma per la fame, la spensieratezza, e la voglia di divertirsi e di mettersi in gioco ancora, a 35 anni.

Fin dai primi allenamenti, mister e compagni hanno visto nei suoi occhi un fuoco che in pochi avevano, e quell'energia e quello spirito di sacrificio hanno coinvolto un po' tutti. Verdi diceva che Palacio è l'esempio per il gruppo, e ora Simone segue a ruota lo spirito dell'argentino (vedere Genoa-Bologna per credere). 
Un'altro aspetto, che poi è la conseguenza, è la straordinaria condizione fisica dell'ex Inter. E' arrivato a Casteldebole senza aver fatto una preparazione con una squadra, ma solo con un preparatore personale, e dopo pochissime settimane è già al top, pronto a rincorrere gli avversari al 90' per portare a casa il risultato, ripeto, a 35 anni!

Bologna sta viaggiando sulle ali dell'entusiasmo visto che stanno arrivando prestazioni e risultati, e la piazza è già innamorata di Don Rodrigo, che ieri sera è diventato, per la seconda volta in stagione: Don RodriGOL.


(Fonte immagine: Il Resto del Carlino)

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.