Stampa questa pagina

CorrBo - Primo responso medico positivo per Avenatti: ipotesi gennaio per tornare a giocare - 20 ott

Scritto da  Ott 20, 2017

 

 

Poi arrivano quelle notizie che davvero possono cambiarti la vita: alla clinica del Mount Sinai, considerata fra le migliori al mondo per curare le patologie cardiache, hanno fatto tutti gli approfondimenti possibili e test, che hanno portato ad un piccolo intervento che, oggi, lascia intravedere (finalmente!) un finale positivo nella vicenda del giocatore uruguagio, vicenda che si stava protraendo fin da luglio. Quale che fosse l'origine di questo "problema", sembra risolto, vista la diagnosi dei medici statunitensi. Ancora più ottimista risulta il suo procuratore, Daniel Delgado, che intervistato da Claudio Beneforti per il Corriere Bologna, ha rilasciato tranquillizzanti dichiarazioni:" Si finalmente è tutto a posto: a Gennaio sarà pronto e adesso deve ricominciare a correre per ritrovare la migliore condizioni fisica". Ovviamente in società il riserbo è assoluto, ma si ritiene che, nell'arco di poco meno di un mese, il giocatore possa riprendere gli allenamenti, iniziando quel percorso di "normalizzazione" che tutti da tempo ci aspettiamo. SI attendono solo i referti dalla Clinica americana, con tutto quello che è stato esperito, documenti che attesteranno che il giocatore è sostanzialmente guarito. Il passo successivo sarà, quindi, quello più importante e cioè il sottoporsi all'esame di idoneità sportiva, che dovrà dare il suo assenso positivo all'attività agonistica. Da lì in poi la parola passerà anche al Mister: sarà Donadoni a decidere se tenere il ragazzo e farlo allenare insieme al gruppo o, al fine di fargli ritrovare la condizione, darlo in prestito (in serie A ci sarebbe il Verona oppure in serie B) perché solo giocando potrebbe riacquisire la piena condizione e potrebbe tornare a fare il mestiere che ha sempre sognato e per cui ha grandi numeri. Ma così fosse, vorrebbe dire che tutti i problemi sarebbero definitivamente superati e Felipe sarebbe così ritornato ad essere un giocatore di calcio, un giocatore di calcio del Bologna.

(Fonte Corrbo - Photo Calcioline)

 

Ultima modifica il Sabato, 28 Ottobre 2017 15:06
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"