Il Resto del Carlino – Obbligo: non uscire a mani vuote dall’Olimpico di Torino

Scritto da  Ago 24, 2018

Non uscire a mani vuote domenica dallo stadio Olimpico di Torino contro il Frosinone è un imperativo categorico. Se così non fosse, arriverebbe la sesta sconfitta di seguito in serie A (contando i ko in chiusura dello scorso campionato con Milan, Juve, Chievo, Udinese e ovviamente l’ultimo scivolone con la Spal). Ed ecco che sarebbe l’ennesimo record “alla rovescia” di cui non andare fieri: mai nella sua ultracentenaria storia il club in A ha infilato 6 sconfitte di seguito nel massimo campionato. C’è dell’altro: dall’inizio del 2018 (e siamo a fine agosto), il Bologna ha segnato solo 4 reti in trasferta. Queste non sono assolutamente polemiche, ma dati di fatto che testimoniano che di lavoro da fare ce n’è parecchio e sicuramente mister Pippo Inzaghi saprà come far lavorare al meglio i ragazzi a disposizione.

Intanto, Santander è tornato ad allenarsi in gruppo, ciò non significa che partirà da titolare. Falcinelli a condizione atletica sta decisamente meglio e in più c’è Destro, che da martedì scorso è tornato in gruppo. Davanti a Skorupski potrebbero piazzarsi Danilo, Helander e De Maio, come in allenamento. Quanto al centrocampo, senza Pulgar si fa fatica (si è visto no?) quindi è inamovibile. Poli e Dzemaili in osservazione, assieme a Orsolini e Svanberg.