Stampa questa pagina
tuttomercatoweb.com, Adailton tuttomercatoweb.com, Adailton

Intervista esclusiva ad Adaílton: "Domenica vince il Bologna, su Dominguez e Barrow..."

Scritto da  Gen 17, 2020

Domenica alle 15 è in programma la sfida tra il Bologna e l'Hellas Verona: gara piena di insidie per i felsinei, che si ritroveranno di fronte una delle sorprese più belle di questa Serie A. La squadra di Ivan Juric è infatti al nono posto in classifica, a sole quattro lunghezze dalla zona Europa League. Di questa gara ne abbiamo parlato con Adailton, ex calciatore sia Bologna che di Hellas.

Il Bologna, rispetto alla passata stagione, in questo momento ha più punti in classifica: come vedi la squadra in questa parte di stagione?

"E' una squadra molto altalenante ora, anche perchè per un periodo molto lungo non ha avuto il proprio allenatore: la sua mancanza si è fatta sentire parecchio. La squadra non si è espressa sempre al meglio, ora il suo rientro può solo far bene ai suoi ragazzi. Il gruppo è più competitivo e compatto, sicuramente più forte rispetto a qualche settimana fa".

Cosa possono aggiungere tecnicamente gli arrivi di Dominguez e Barrow?

"Sono due calciatori molto diversi, quindi bisogna capire prima diverse cose; Dominguez deve adattarsi subito al calcio italiano e sono curioso di vedere quanto tempo ci impiegherà per farlo. Viene da un campionato nettamente inferiore, quindi non sarà facile ma ha già fatto vedere quello che può dare al gioco del Bologna. Barrow invece è venuto in Emilia per riscattarsi, dato che a Bergamo non ha sempre espresso sè stesso. Penso sia una punta di grandi prospettive, può crescere tanto sotto la guida di Miha. Ho visto qualche sua partita e posso dirti che ha grandi qualità: deve avere solamente tanta fiducia e sono sicuro che farà bene a Bologna, perchè quella rossoblù è una piazza che ti dà grandi stimoli".

Quanto è stato importante il ritorno in campo di Soriano?

"Soriano è un giocatore importante, da quando è arrivato in Emilia il Bologna ha fatto un grande salto di qualità. Ti dà quantità e grande tecnica in mezzo al campo, è uno dei grandi protagonisti della squadra perchè ha quelle caratteristiche che piacciono a Sinisa. Averlo a disposizione è importante, con lui possono crescere anche i suoi compagni. Avere questi grandi giocatori, in una parte di campionato così importante, può essere fondamentale".

Il Bologna cerca un difensore, che tipo di calciatore serve alla difesa attuale?

"L'anno scorso, con l'arrivo di Lyanco, la difesa del Bologna è migliorata tantissimo, quindi penso stiano cercando un difensore con quelle caratteristiche. La difesa rossoblù ha bisogno di un difensore veloce e che sappia coprire bene tutti gli spazi, perchè l'attuale reparto arretrato del Bologna non è molto veloce. Il mercato invernale non offre molte occasioni, quindi la dirigenza dovrà farsi trovare pronta appena arriverà l'occasione giusta".

L'Hellas invece ti ha stupito molto?

"Sì, il Verona è la più grande sorpresa di questo campionato per come gioca e per i risultati. Credo abbia sorpreso un pò tutti, meriti soprattutto a Juric che, in così poco tempo, ha dato agli scaligeri un'identità forte e riconoscibile. La dirigenza non ha fatto grandi investimenti, la grande abilità dell'allenatore è stata quella di saper valorizzare i calciatori che già aveva in rosa. Poi ha preso due pedine che lui già conosceva, Lazovic e Veloso, che ora sono due calciatori fondamentali per il gioco della squadra. Affronta ogni avversario a viso aperto, anche le grandi: ho visto molte di queste partite, è davvero una squadra che non molla mai".

Le due squadre quali obiettivi possono avere?

"Vedendo la situazione attuale delle due squadre, il primo obiettivo deve essere la salvezza; da lì in poi bisogna programmare e vedere quali possibilità ti offre il campionato. Quest'anno la Serie A è molto difficile, basti pensare al Napoli che si ritrova fuori dalla zona europea e che ora ha come obiettivo l'Europa League; poi c'è anche il Milan, il Cagliari ed altre squadre che sono già più avanti e migliorano sempre di più. Quindi, per entrambe le squadre, prima la salvezza e poi si vedrà".

Come finirà il match di domenica?

"Sono sicuro che sarà una bellissima partita, perchè si affrontano due squadre che se la giocano a viso aperto e con grande intensità. Il Bologna ha un piccolo vantaggio, quindi ti dico 2-1 per i padroni di casa. Attenzione però, perchè l'avversario di domenica non è per nulla facile da affrontare".

Grazie per la disponibilità.

"Grazie a lei, un abbraccio".

 

 

 

 

 

 

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.