Diego Falcinelli Diego Falcinelli fonte immagine: Valentino Orsini/1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC, il punto sui prestiti e la nuova vita di Falcinelli

Scritto da  Nov 18, 2020

Quando Diego Falcinelli ha scelto Belgrado e la Stella Rossa, con un colpo di scena che ha sorpreso tutti, sicuramente non si aspettava una stagione del genere. Il prestito in Serbia, dove ad attenderlo c’era il tecnico della Stella Rossa Dejan Stankovic nome che in Serie A fa sobbalzare i cuori di diversi tifosi, si sta rivelando la scelta più azzeccata.

Oggi Diego si ritrova centravanti titolare di una squadra che gioca l’Europa League, competizione nella quale ha avuto l’occasione di debuttare e anche di segnare e gioca il campionato da favorita. Nella competizione domestica Falcinelli sta facendo il bello ed il cattivo tempo con la maglia biancorossa: 6 gol in 7 gare. Insomma, un’esperienza finora vincente dopo le ultime due stagioni davvero deludenti per il bomber perugino, che proprio dalla stagione con la maglia umbra è reduce. Una stagione disgraziata per l’attaccante che ha segnato solo 3 gol e il Perugia ha concluso la sua stagione tornando mestamente in Serie C, dopo il drammatico playoff con il Pescara.
Ora Falcinelli segna a raffica, sogna il titolo di Serbia, gioca in Europa League, ma soprattutto può sperare di trovare una sistemazione stabile in quel di Belgrado, visto che i serbi potranno riscattarlo per 3,5 milioni: valutazione che permetterebbe al Bologna di non creare una minusvalenza a bilancio

Il prestito spesso non si rivela la scelta giusta per i giovani, mandati in giro per le piccole squadre di provincia a trovare minutaggio, senza raggiungere per l’obbiettivo. Non è il caso di Gianmarco Cangiano. L’esterno ex Roma ad Ascoli si sta facendo notare per buone prestazioni e infatti il mister lo ha ripagato con 6 presenze, di cui 4 da titolare. Con lui in bianconero anche Gabriele Corbo, 4 presenze, e Sarr, portiere che ha collezionato 2 presenze, ma il portiere è un ruolo delicato ed è forse meglio che venga centellinato finché il ragazzo non troverà il suo equilibrio.

Non si può dire che stiano invece andando bene le esperienze estere di Musa Juwara e Godfred Donsah. Il gambiano, nonostante la cifra di 7,5 milioni, fissata al momento del passaggio ai portoghesi del Boavista. Per Musa i minuti sono 116 tra Campionato e Coppa. Una situazione difficile, ma se il talento del giovane attaccante dovesse essere rispedito a Bologna, sarebbe riaccolto volentieri. Per Donsah il prestito in Turchia finora è stato deludente. Il centrocampista, in forza al Rizespor, è finora sceso in campo solo da subentrante per 4 scampoli di partita.

Finirà presto il prestito di  Okwonkwo al Montreal. A gennaio Orji tornerà a Bologna in cerca di una nuova sistemazione. Prima però i playoff con gli Impact. L'attaccante è fermo a 2 gol ed è difficile che con questi numeri possa avere una nuova possibilità in rossoblù, si attendono miglioramenti da loro per rivalutarne la situazione in inverno. Luis Binks e Lassi Lapalainen, altri rossoblù in prestito in Canada, non vedranno le Due Torri fino a fine a 2021.

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Novembre 2020 09:08
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.