Il Corriere di Bologna - Altro infortunio in casa effe, Cusin out almeno 20 giorni 1000 cuori Rossoblu

Il Corriere di Bologna - Altro infortunio in casa effe, Cusin out almeno 20 giorni

Scritto da  Dic 02, 2020

Alla ripartenza del campionato, in programma questo sabato sera, la Fortitudo sarà in campo a Brescia, ma non rincontrerà Vincenzo Esposito. Esonerato il casertano, la Leonessa ha subito colmato il vuoto sulla sua panchina, assicurandosi Maurizio Buscaglia come nuova guida dei bresciani. 

Sfuma così la possibilità di vedere il duello a distanza tra gli allenatori Sacchetti e Esposito, che probabilmente avrebbe visto il perdente esonerato. Al contrario, ci sarà quindi l’esordio del tecnico pugliese che tra l’altro è anche ct della nazionale olandese, recentissimamente reduce dalla vittoria contro la Svezia e la sconfitta contro la Turchia. Saccchetti, dopo il ritorno dagli impegni in Estonia, che hanno visto trionfare gli azzurri contro la Russia, ha ripreso il comando della Fortitudo, lasciata nelle mani di Stefano Comuzzo dopo la sconfitta nel derby. 

Il "nuovo" ostacolo per la effe riguarda gli infortuni, con Marco Cusin che si iscrive alla lista egli infortunati dopo lo stiramento alla coscia sinistra che lo terra fuori dal campo per quasi un mese (20-30 giorni). Sembra non esserci pace per la Fortitudo che in questa stagione ha visto quasi più giocatori in infermeria che in campo. L’infortunio di Cusin, che non è un giocatore in primo piano, complica però i piani del club che recentemente gli aveva esteso il contratto per il resto della stagione. L’obiettivo è quello di sfoltire un po' il roster che comprende tredici giocatori, e per ora rimane in stand-by l’idea di collocare Leonardo Totè e Nicolò dell’Osto

La partita di sabato vedrà opporsi due squadre ambiziose che però lotteranno per allontanarsi dalle ultime posizioni della classifica. Buscaglia e Sacchetti hanno entrambi quattro giorni per prepararsi alla partita che, per il primo significa esordire nel migliore dei modi, e per il secondo significa evitare un possibile esonero.

Fonte: Il Corriere di Bologna, articolo di Enrico Schiavina 

 

Giacomo Placucci

Descrittivo: Studente di Scienze della Comunicazione, presso la facoltà di Lettere e Beni Culturali di Bologna, grande appassionato di calcio e di tutto il mondo che gli gira attorno. Sogno di diventare un giornalista sportivo.