Il Resto del Carlino - Beffa Bologna, il Var non doveva intervenire Sassuolo News

Il Resto del Carlino - Beffa Bologna, il Var non doveva intervenire

Scritto da  Feb 22, 2021

Anche il più che composto Riccardo Bigon si è lasciato andare alla frustrazione dopo il rosso subito dal Bologna, al trentesimo del primo tempo, nella partita di sabato sera tra Bologna e Sassuolo. Anche perchè, dati alla mano, è la quarta volta da inizio del campionato che il Bologna subisce un uso scriteriato del Var.

Un'espulsione, quella di Hickey, così ingiusta che ha messo d'accordo, cosa assai rara, sia l'allenatore che ha subito il torto, sia quello che invece ne ha tratto vantaggio. E oggi anche il disegnatore arbitrale Nicola Rizzoli parlerà con Luigi Nasca, addetto al Var nella partita tra rossoblù e neroverdi, sul corretto metodo utilizzo del Var: La Penna la decisione sul fallo di Hikey l'aveva già presa, avrebbe potuto fermare il gioco nel momento del fallo e dare un giallo meritato con avvertimento al giocatore scozzese, ma essendo andato avanti su quell'episodio non può essere poi il Var a richiamare l'attenzione su una decisione del genere: ci troviamo di fronte ad un difetto di applicazione del protocollo Var.

Sabato scorso, non essendo la prima volta che il Bologna subisce una decisione del genere, Riccardo Bigon si è sfogato con i giornalisti e non solo, l'ufficio stampa rossoblù ha ottenuto che Sky e Dazn mostrassero le immagini di un intervento analogo, quello di Samir ai danni di Orsolini, in un Bologna Udinese 2-2 del 6 gennaio scorso. Quel giorno Mazzoleni, addetto al Var, non richiamò, giustamente in funzione del protocollo Var, l'attenzione del collega Ayroldi che la sua decisione già l'aveva presa.

Due pesi, due misure. Lo stesso Mazzoleni si era però dimostrato di altra visione quando, durante Lazio-Bologna del 24 ottobre 2020, segnalò un fallo di Schouten nell'inizio dell'azione che portò i rossoblù al gol di Svanberg; segnalazione che portò all'annullamento del gol dello svedese. Di altra opinione Calvarese che, nell'azione che portò la Juventus sul 2-0, dalla sala Var non segnalò la gomitata di Chiellini in volto a Tomiyasu. 

Unica costante di tutti questi episodi il danneggiato, il Bologna. Da qui lo sfogo di Bigon e i richiami di Rizzoli, ma per questa società la strada sembra essere ancora lunga per ottenere un rispetto adeguato dalla Lega e dagli arbitri.

Ultima modifica il Lunedì, 22 Febbraio 2021 10:16
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.