Corriere di Bologna - Frenata nella trattativa per Lucca, possibile assalto a Strand Larsen Twitter

Corriere di Bologna - Frenata nella trattativa per Lucca, possibile assalto a Strand Larsen

Scritto da  Lug 29, 2022

Sembrava tutto fatto per l’approdo di Lorenzo Lucca in rossoblu ma nella giornata di ieri la trattativa ha subito un brusco stop che rischia di complicare il tutto. La dirigenza rossoblu, infatti, non vuole aspettare troppo tempo, anche perché il discorso con il Groningen per Jorgen Strand Larsen è ancora aperto. 

Una giornata strana quella di ieri, soprattutto dopo che mercoledì il Bologna aveva trovato un accordo con il Pisa per un prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni. Una trattativa talmente sicura che il Bologna aveva già prenotato le visite mediche all’Isokinetic per il giocatore. Tutto è cambiato nella notte fra mercoledì e giovedì, quando il presidente del Pisa Alexander Knaster, venuto a conoscenza dello stato avanzato della trattativa, avrebbe chiesto ai suoi uomini mercato di giocare al rialzo con il Bologna, arrivando a chiedere fra bonus vari poco più di 10 milioni di euro. Una cifra troppo alta per il Bologna, che sperava di aver già concluso l’affare. Proprio per questo, a meno di ulteriori novità in arrivo dalla Toscana, nelle prossime ore il Bologna potrebbe tentare l’assalto a Strand Larsen, per cui basterebbero 8 milioni di euro. In ogni caso, in tempi molto brevi il Bologna sarà pronto ad accogliere il suo nuovo centravanti. 

 

Bologna che rimane alla ricerca di due difensori, soprattutto dopo la probabile partenza di Theate. Si continua a guardare in Olanda dove Perr Schuurs ha ottenuto il via libera alla cessione dall’Ajax, con i Lancieri che dovranno però trovare prima il suo sostituto; i campioni d’Olanda saranno impegnati domani nella sfida di Supercoppa contro il Psv, è quindi probabile che ogni discorso di mercato venga rimandato alla prossima settimana. Rimane nella lista dei desideri di Mihajlovic anche il colombiano Jhon Lucumi, 24enne del Genk che per il tecnico serbo rappresenta il sostituto perfetto di Theate. L’alternativa è sempre Formose Mendy dell’Amiens, pronto a mettersi in gioco per provare a guadagnarsi la convocazione con il suo Senegal per i Mondiali in Qatar. 

Fonte: Marco VigaraniCorriere di Bologna