Marko Arnautovic Marko Arnautovic fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Bologna, Arnautovic ai box: la lombalgia nasconde il malumore dell'austriaco?

Scritto da  Ott 12, 2022

Marko Arnautovic, ieri, non ha svolto l’allenamento in gruppo per una lombalgia che a quanto pare lo perseguita fin dai primi giorni di allenamento di questa stagione. Un fastidio avvertito già a luglio, quando l’austriaco dopo i primi minuti di corsetta della stagione si fermò accusando il problema. Erano gli stessi giorni in cui sul centravanti rossoblù si erano posati gli occhi di Juventus, Napoli e Roma, e molti collegarono quel mal di schiena ad un certo mal di pancia di mercato. Chissà. Anche perché, nonostante la delicatezza della trattativa, la scena non si ripropose ad agosto quando sull’austriaco piombò il Manchester United.

TENSIONE. Il clima a Bologna, in casa Bologna FC, è piuttosto teso. La squadra vive difficoltà, impreviste. Soprattutto difficoltà piuttosto gravi, se si pensa in 9 giornate sono arrivate appena una vittoria e tre pareggi e da inizio anno solare 2022 ad oggi, appena 6 vittorie considerando anche quella di Coppa Italia, in estate, contro il Cosenza. La tensione è definitivamente sfociata negli episodi che sono seguiti al pareggio di sabato sera contro la Sampdoria. La Curva ha fischiato la squadra. Lo stesso Arnautovic si è avvicinato al settore caldo dei sostenitori rossoblù, offrendo la sua maglia: rifiutata. L’austriaco ha così dialogato brevemente con alcuni protagonisti della Curva e ha infine ricevuto degli applausi.
Un comportamento che non è piaciuto, in un momento di grande difficoltà della squadra, disunirsi, andare a dialogare personalmente con la Curva che ti ha appena fischiato, alla ricerca della pace, non è il massimo e nel confronto di ieri tra società, staff tecnico e squadra, l’episodio e il relativo fastidio è emerso.

ATTENZIONE. L’attenzione è rivolta ora tutta sul comportamento di Arnautovic. In estate, la lombalgia era stata presa da alcuni come una situazione di temporaneo mal di pancia, in attesa di una eventuale cessione. Arnautovic poteva anche aver immaginato delle difficoltà del Bologna, ma ora sono arrivati in serie l’esonero di Mihajlovic con cui aveva un rapporto stretto, mancano punti e risultati, e, forse, si è andati oltre col clima di tensione nel rapporto squadra-tifoseria. Ad aggiungere, chissà, un po’ di pepe all’intero quadro c’è anche il momento di Arna, a secco da tre partite, dall’arrivo di Motta, dopo i 6 gol in altrettante partite che lo avevano portato immediatamente in testa alla classifica marcatori e gli erano valsi anche il titolo di miglior giocatore del mese della Serie A, secondo l’AssoCalciatori. Ecco, dunque, che il mal di schiena, che non è in dubbio visto che il fisico di Arnautovic spesso invia messaggi di fragilità, potrebbe anche essere accompagnato da un mal di pancia momentaneo per le difficoltà del Bologna e per un’estate che lo aveva proiettato su altri palcoscenici. D’altronde, nei giorni scorsi, dall’entourage dell’austriaco era emerso anche un po’ di rammarico per il ‘no’ del Bologna al trasferimento allo United, nonostante il ritocco d’ingaggio operato dai rossoblù all’indomani di quel rifiuto. La speranza è che il mal di schiena rientri in tempo per la trasferta di Napoli e l’eventuale mal di pancia con la ripartenza rossoblù e una serie di risultati rossoblù segnati dai gol dell’ex West Ham.

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.