STADIO: Per gennaio Corvino e Donadoni chiamano Cassano? - 03 dic

Scritto da  Dic 03, 2015

Un nome suggestivo per il mercato di gennaio? Serviti. Detto che il Bologna, in quello che una volta era il "mercato di riparazione", interverrà in attacco tentando l'acquisto di un giocatore con caratteristiche tali da poter sostituire Mattia Destro o anche affiancarlo - non si parlerà quindi di una riserva acclarata quali sono Mancosu o Acquafresca - ecco che le ultime ore hanno riportato alla ribalta un giocatore già vicino al rossoblù in estate. Lo racconta Giorgio Burreddu sulle pagine di "STADIO" in edicola oggi, svelando che Antonio Cassano potrebbe essere più di un sogno ma anzi, per citare una nota pubblicità, una "solida realtà". Il perché è presto detto? A gennaio Corvino andrà a caccia di esperienza, e quella del barese è importante, è un nome spendibile, e oltretutto si parlerebbe di un'operazione a basso costo, visto che al momento Cassano sembra essere fuori dal progetto-Sampdoria di Montella così come lo era con il suo predecessore, Zenga. Vero è che con Donadoni il rapporto è stato composto da alti e bassi, ma è anche vero che con il tecnico del Bologna, a Parma, "FantAntonio" (già avvicinato al Bologna anche a gennaio, quando la squadra era ancora in B) aveva ritrovato se stesso, giocando più che bene fino alla rottura giunta anche per problemi esterni al campo d'allenamento ma relativi alla difficile situazione della società ducale poi fallita. Per adesso, comunque è bene dirlo, si tratta di un'idea e poco più, che andrà vagliata insieme alle altre: piace anche Iturbe, che però ha richieste anche da Sassuolo e dal Verona che lo ha lanciato, mentre a centrocampo sembra sfumare Nocerino, visto il rilancio di Brighi. Diversi i discorsi relativi a Niang del Milan e Biabiany dell'Inter: entrambi interessavano, ma le ultime convincenti prestazioni potrebbero aver convinto i propri club a tenerli in rosa, discorso che per i nerazzurri riguarda anche D'Ambrosio, il terzino destro che servirebbe a Donadoni. Corvino starebbe valutando anche alcuni giovani talenti, ma si tratterà di investimenti futuri, magari per la prossima estate. La parola d'ordine per il mercato di gennaio è, infatti, "esperienza".

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 19:16
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio