STADIO: È un Bologna che fa rabbia - 28 ott

Scritto da  Ott 28, 2015

"Bologna, fai rabbia", titola oggi "STADIO" dopo la sconfitta arrivata nella serata di ieri contro l'Inter. Una sconfitta che poteva starci vista la forza degli ospiti ma che fa rabbia, appunto, per il modo in cui è maturata: dopo aver giocato alla pari con i nerazzurri, il Bologna ha regalato il gol-vittoria a Icardi e poi fallito il pareggio con Destro, sempre più simbolo ormai di una stagione che doveva far sorridere e invece fino a qui ha fatto piangere: due vittorie in dieci gare, nessuna peraltro arrivata in modo convincente, e Destro - ciliegina sulla torta di una campagna acquisti importante - ancora a secco. 

All'interno, tra i numerosi articoli, ne spicca uno a firma di Matteo Fogacci che riguarda Joey Saputo: il patron rossoblù, che prima della gara era sceso negli spogliatoi per incitare i suoi a giocarsela, era rimasto come tutto il Dall'Ara piacevolmente sorpreso dalla prestazione messa in campo dai ragazzi in rossoblù. Poi, quando è arrivata l'espulsione di Felipe Melo e quindi in teoria il Bologna avrebbe dovuto prendere slancio, ecco l'involuzione: incredibile, inarrestabile, inspiegabile. Dalla curva e dalla tribuna solo stupore, rabbia al gol nerazzurro e uno striscione: "Joey, attento a quei due". Con chiaro riferimento a Corvino e Fenucci. 

E cosa farà Saputo? Intanto non resterà fino a lunedì come inizialmente si era pensato. Ripartirà tra domani e venerdì, per stare vicino al Montreal Impact che si appresta ad affrontare i play-off della MLS contro i cugini del Toronto di Giovinco. Ieri è stato in città, ha guardato i conti, oggi procederà alla ricapitalizzazione di 30 milioni di euro prevista e che permetterà al Bologna di arrivare a gennaio con le spalle abbastanza larghe per poter ottenere qualche rinforzo. Sperando basti e sperando che da qui all'inizio del prossimo mercato la squadra non perda più così tanti punti per strada.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 19:22
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio