La Benedetto XIV vince all'overtime: battuta Chieti 84-79

Scritto da  Ott 20, 2019

TRAMEC CENTO- ESA ITALIA CHIETI 84-79 (17-20; 15-17; 12-11; 22-18; 18-13)

Tramec Cento: Fallucca 6, Ranuzzi 14, Morici 2, Venturoli n.e, Roncarati n.e, Manzi n.e,  Rossi 24, Paesano 1, Leonzio 16, Vitale 7, Moreno 14. All: Mecacci

Esa Italia Chieti: Ruggiero 29, Rezzano 9, Stanic 19, Sanna 11, Ponziani 8, Ba 0, Raicevic 0, Meluzzi 3, Gialloreto 0, Mijatovic n.e. All: Coen

Tiri liberi: CE 22/27 (81%); CH 15/27 (55%)

Rimbalzi: CE 47; CH 43

Falli: CE 26; CH 27

Tiri da 2: CE 25/42 (59%); CH 17/41 (41%)

Tiri da 3: CE 4/28 (14%); CH 10/26 (38%)

La Benedetto XIV, dopo aver espugnato Faenza e Porto Sant’Elpidio, torna tra le mura amiche del PalaSavena per affrontare Chieti nel match valido per la quinta giornata del campionato di Serie B.

La palla a due viene vinta dalla Benedetto XIV che trova subito la via del canestro grazie al proprio capitano, Emanuele Rossi. Il numero 17, con l’aiuto di Ennio Leonzio, realizza delle buone soluzioni offensive che, però, non consentono alla Tramec di allungare. Chieti, infatti, dimostra di essere arrivata a San Lazzaro con l’idea di portare a casa il successo e risponde ad ogni colpo dell’avversario. Il canestro di Ranuzzi a quattro minuti dal termine del quarto, regala a Cento il più quattro ma, Stanic prima e Ponziani poi, mandano a segno i canestri che consentono ai teatini di andare al primo break in vantaggio 20-17.

I primi minuti del secondo quarto vedono una Tramec Cento in netta difficoltà. Moreno e compagni, infatti, dopo un buon primo quarto offensivo, cominciano a litigare con il canestro; tutto questo, consente agli ospiti di aumentare il divario che, dopo due minuti di gioco, è di sei punti. A dare una svolta al match ci pensa il solito Moreno, entrato in campo con molta energia ed autore del canestro del meno tre. I minuti finali del primo tempo vedono come assoluto protagonista Ruggiero. Il numero 20 di Chieti, vero incubo per la difesa biancorossa, manda a segno tutto quello che gli passa tra le mani e permette alla sua squadra di andare all’intervallo lungo con cinque punti di vantaggio.

Al rientro in campo sale in cattedra Emanuele Rossi; il capitano della Benedetto XIV, dominante sia in attacco che in difesa, sfrutta il suo fisico per trovare canestri facili e guida la sua squadra verso il pareggio (38-38). Pochi secondi dopo, però, è ancora il duo Stanic-Ruggiero a seminare il panico tra le maglie biancorosse. A metà del quarto, con la Tramec sotto di cinque punti, Mecacci decide di chiamare time out per cercare di risolvere alcuni problemi. Chieti prova a dare il colpo decisivo sul finire del terzo quarto ma, la Tramec, riesce a restare a contatto.

Restano dieci minuti a Cento per cercare di portare a casa il successo. Il quarto periodo si apre proprio con un’altra fiammata biancorossa che riesce a riportarsi, in due occasioni, a un solo punto di distanza. Chieti risponde presente in entrambe le occasioni ma Moreno non ne vuole sapere e continua a segnare punti tenendo in piedi la sua squadra. Dopo 4’ 40’’, la Benedetto XIV trova anche il vantaggio grazie ai liberi realizzati da Rossi (54-52). Cento vola anche a più sette ma Chieti stringe i denti e, a trenta secondi dal termine, torna a meno due. Rossi ha tra le mani il pallone della vittoria ma sbaglia il tiro. Gli ospiti, con nove secondi da giocare, hanno dalla lunetta la possibilità di impattare a quota 66. Stanic, uno dei migliori tra le fila dei teatini, fa due su due. Leonzio cerca il tiro da tre punti ma il pallone esce ancora. Si va, così, al tempo supplementare.

L' overtime inizia con la tripla di Vitale che vale il più tre della Tramec alla quale risponde, sempre dalla lunetta, Stanic che porta il risultato sul 69-69. Da questo momento in poi, Chieti si blocca sia in attacco, dove segna con il contagocce, che in difesa, dove concede troppi tiri liberi all’avversario. Sono proprio i tiri dalla lunetta che consentono a Leonzio e compagni di trovare i punti necessari per portare a casa il successo. Il match si chiude, quindi, con la vittoria della Tramec Cento che batte Chieti e ottiene il quarto successo consecutivo.

Ultima modifica il Domenica, 20 Ottobre 2019 20:39
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.