Andrea Schiumarini e Stefano Sinibaldi insieme al loro Pajero WRC+ che li ha accompagnati in questa sabbiosa avventura Andrea Schiumarini e Stefano Sinibaldi insieme al loro Pajero WRC+ che li ha accompagnati in questa sabbiosa avventura Ufficio Stampa per Andrea Schiumarini, Laura Doria

Cronache Dalla Dakar: Stage 12, Schiumarini - Sinibaldi arrivano al traguardo finale di Jeddah

Scritto da  Gen 15, 2022

Giunge al termine l’edizione 2022 della storica competizione off road. Dopo 8000 km di fatica e sudore nel deserto dell’Arabia Saudita, nella tappa di ieri 14 gennaio, i team sono finalmente giunti alla fine

La Dakar si conferma la competizione più difficile e tosta al mondo quando parliamo di Rally. Una gara che si destreggia tra paesaggi e tracciati diversi tra loro. Sabbia, dune, rocce, polvere piste veloci e stretti canyon hanno caratterizzato i percorsi della 44° edizione mettendo alla prova uomini e donne partecipanti al rally raid più difficile e storico al mondo. Dopo 13 tappe è stato il circuito di Formula 1 della capitale Jeddah ad accogliere i veicoli per i festeggiamenti finali.

Consapevole della propria esperienza, essendo alla sua terza partecipazione, Andrea Schiumarini, insieme al suo co-pilota Stefano Sinibaldi, ha saputo amministrare una gara difficile e complicata al meglio. Sono riusciti a chiudere questa Dakar nonostante i problemi tecnici del Pajero WRC+ riscontrati durante il percorso. La seconda settimana è stato un crocevia importante, in quanto dopo i ripetuti problemi al motore, il team numero 268 ha deciso di amministrare nella penultima tappa per riuscire a concludere poi quella finale che li portava dritti al traguardo. Un plauso va anche ai meccanici del RTeam che con la loro professionalità non hanno mai fatto mancare il supporto alla coppia tricolore, soprattutto nei momenti più difficili, lavorando duramente giorno e notte pur di rimetterli in pista.

“Partecipare ad una Dakar vuol dire anche mettersi in gioco - dichiara Schiumarini - ed io l’ho fatto. Potevamo fare di più, come dimostrato nelle prove dove macchina ed equipaggio hanno funzionato perfettamente. Questo sport e questa gara sono come un ingranaggio che deve girare in modo perfetto e questo si raggiunge con l’esperienza e con il duro lavoro. Credo che nella vita sia importante essere sempre concentrati su quello che si fa, per correre verso i propri obiettivi dando il massimo. Solo così si potranno raggiungere i veri risultati. È quello che ho fatto in questa Dakar 2022 ed è quello che farò per il futuro.” 

CLASSIFICA T1 FIA CROSS COUNTRY RALLY
69° POSIZIONE
CLASSIFICA CATEGORIA - FIA T1.1 4X4 PETROL AND DIESEL
37° POSIZIONE
CLASSIFICA GENERALE
71° POSIZIONE

Recap dello Stage 12, l'ultimo della Dakar 2022 (Copyright: YouTube - Purz910)

Fonte: Ufficio Stampa per Andrea Schiumarini, Laura Doria