Stampa questa pagina

Il punto sulla Serie A – Delirio Roma: derby e secondo posto. Cadono Napoli e Inter – 26 mag

Scritto da  Mag 26, 2015

Anche questo campionato sta giungendo al termine. Quasi tutti i verdetti sono stati emessi, rimane da assegnare il terzo posto, quello che ti consente di disputare i preliminari per entrare in Champions League. Questo è quello che ci ha lasciato in eredità il derby di Roma. Con un pareggio la Lazio sarebbe stata sicura della terza piazza, la Roma certa del secondo posto, ma il derby è il derby, nessuno vuole perdere e tantomeno pareggiare: il derby si gioca per vincere. Le due squadre si sono date battaglia dal primo fino all'ultimo minuto: la posta in palio era tanta. Proprio per questo motivo la paura ha caraterizzato la prima parte del match. Meglio la Lazio in avvio, ma poi la stanchezza per la finale di Coppa Italia disputata mercoledì si è fatta sentire. La partita è rimasta bloccata sullo 0-0 fino alla mezz'ora del secondo tempo, quando un goal di Iturbe ha fatto impazzire la curva sud. I festaggimenti però sono durati poco perchè a ristabilire la parità ci ha pensato il neo entrato Djordjevic. Quando ormai il pareggio sembrava scritto, un po' a sorpresa ecco il goal di Yanga-Mbiwa che ha regalato la vittoria alla Roma. Dopo una stagione abbastanza tormentata i giallorossi possono festeggiare il secondo posto matematico che porterà nelle casse del club circa 50 milioni di euro. In casa Lazio, invece, è tanta la delusione: dopo la sconfitta in Coppa Italia, è arrivata anche la batosta del derby. Ora per non perdere il terzo posto, i biancolesti dovranno fare almeno un punto a Napoli. La squadra di Benitez, infatti, grazie alla sconfitta della Lazio nel derby, può ancora sperare in un posto Champions: sarà decisiva la sfida di domenica prossima al San Paolo. Questa volta però non saranno più ammessi errori. La prestazione del Napoli dovrà essere decisamente diversa da quella messa in campo contro la Juventus. Le solite amnesie difensive hanno permesso alla formazione bianconera di festeggiare nel migliore dei modi lo scudetto e la coppa Italia appena vinta. Il presidente De Laurentiis era furioso, Benitez è ormai arrivato al capolinea della sua avventura al Napoli ma prima deve cercare di chiudere al meglio questa stagione.

 

 

Quarta vittoria consecutiva della Fiorentina. La squadra di Montella, nel giorno dell'addio di Dybala al Barbera, s'è imposta 3-2 col Palermo e ha blindato il quinto posto. Alle spalle dei gigliati c'è il Genoa, compagine protagonista di un finale di stagione straordinario. I rossoblù hanno battuto l'Inter conquistando così un'Europa League alla quale difficilmente prenderanno parte visto che le speranze per l'ottenimento della licenza UEFA al momento appaiono ridotte. Pareggio della Sampdoria con l'Empoli, sconfitta del Torino contro un Milan che nell'ultima gara a San Siro ha giocato una delle sue partite migliori di questa sciagurata stagione.
In coda il Cagliari ha vinto la sfida tra squadre già spacciate contro il Cesena. Il Parma al Tardini ha dato vita a una gara divertente contro l'Hellas Verona, mentre l'Atalanta - 1-1 al Bentegodi contro il Chievo - si conferma la squadra che ha collezionato più pareggi in questo campionato: 16 in 37 partite.
Infine il Sassuolo, squadra che grazie al primo gol in Serie A di Magnanelli ha vinto sul campo dell'Udinese e ha ottenuto la sua quinta vittoria esterna della stagione.

 

 

LA CLASSIFICA -Juventus 86; Roma 70; Lazio 66; Napoli 63; Fiorentina 61; Genoa 59; Sampdoria 55; Inter 52; Torino 51; Milan 49; Palermo 46; Sassuolo 46; Hellas Verona 45; Chievo Verona 43; Empoli 42; Udinese 41; Atalanta 37; Cagliari 31; Cesena 24; Parma 18.  

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 14:32