Alessandro Capello mentre batte il rigore che vale il pareggio del Padova Alessandro Capello mentre batte il rigore che vale il pareggio del Padova Il Mattino di Padova

Forever Rossoblù – 3 gen

Scritto da  Gen 03, 2018

 

 

Torna, anche questa settimana, Forever Rossoblù, l’unica rubrica che Vi permette di seguire le prestazioni degli ex giocatori del Bologna impegnati in Italia (Serie B e Lega Pro) e all’estero.

La prima puntata di questo 2018 vede scendere in campo solamente le squadre italiane e quelle inglesi, con i restanti campionati in pausa per la sosta natalizia e di fine anno.

La copertina la dedichiamo ad un giocatore che, cresciuto nel Bologna, quest’anno sta trovando la sua definitiva consacrazione al Padova, capolista del Gruppo B di Lega Pro: Alessandro Capello, dopo qualche partita di magra  in termini realizzativi, è tornato al gol il 29 dicembre, al 94’, nella sfida tra i veneti e il Fano. Il gol dell’attaccante, arrivato su rigore, ha permesso ai suoi di acciuffare un pareggio insperato, nonostante il divario tra le due compagini. Ottava rete per il centravanti e Padova, allenato da Pierpaolo Bisoli, che chiude l’anno in testa alla classifica.

 

 

Continuiamo quindi con il Girone B: la Reggiana vince a Trieste (2-0), con Martì Riverola, ormai stabilitosi sulla fascia, che gioca 77 minuti, venendo poi sostituito dopo una discreta partita.

Nel Girone A vince, anzi stravince (4-2) l’Arezzo di Davide Moscardelli, che batte in casa il Giana Erminio e chiude nel migliore dei modi il 2017. L’attaccante dal passaporto belga ha segnato il secondo gol dell’incontro, dopo soli 5’ di gioco, saltando il portiere dopo aver ricevuto un ottimo pallone da un compagno.

 

 

La Carrarese si impone a Piacenza contro la Pro per 1 a 0 grazie al gol di Andrea Vassallo, di proprietà del Bologna ma in prestito proprio in Toscana. L’attaccante esterno, che sta trovando un buon minutaggio, ha sbloccato subito la gara, portando i suoi avanti. Lo stesso Vassallo è stato poi sostituito, tra gli applausi, a 10’ dal termine lasciando spazio a Bentivegna, gioiellino ex Palermo. La sfida tutta toscana tra Livorno e Prato se la aggiudicano i primi per due reti a zero: in campo, per gli amaranto, Daniele Vantaggiato (autore di una delle due reti dell’incontro) e Francesco Valiani, sostituito nella ripresa. Nel Prato, invece, prestazione monstre di Fallou Sarr, portiere in prestito dal Bologna che, nonostante i due gol subiti, si è dimostrato attivo e reattivo su parecchie conclusioni avversarie, sbarrando quasi sempre la strada agli attaccanti livornesi. Una buona conferma per il portiere classe 1997.

Perde, a domicilio, anche la Lucchese, che viene sconfitta dal Pontedera (3-2) nell’ultima partita dell’anno. Per gli ospiti in gol Marco Maini, la cui rete aveva riequilibrato il match, sugli sviluppi di un calcio da fermo. Per il difensore scuola Bologna si tratta della seconda rete in campionato.

 

 

Nel Girone C buona vittoria del Cosenza contro la Paganese: Massimo Loviso, come da copione ormai, entra a fine secondo tempo per dare manforte a centrocampo.

Saliamo ora di categoria, andando a spulciare quella che è stata l’ultima giornata della Serie B prima di capodanno.

Partiamo dal pareggio a reti bianche tra Carpi e Bari: per i galletti in campo solamente Riccardo Improta, esterno offensivo che, dopo qualche partita buia, si è finalmente ritrovato, nonostante il portiere emiliano sia riuscito a chiudere tutti i varchi. Non ha trovato il gol, ma la strada, quella sì, pare averla ritrovata. Cade, a sorpresa, il Brescia contro l’Ascoli, in casa: torna dalla squalifica Daniele Gastaldello che, al centro della difesa, viene frenato dall’ammonizione dopo appena 25 minuti ma riesce comunque, con l’esperienza, a disputare una gara discreta. Crolla il Cesena a Cremona (1-0): per i romagnoli male, incredibilmente, Karim Laribi, mentre Daniele Cacia, entrato nel secondo tempo, riesce a rendersi pericoloso colpendo una traversa che poteva avere esito diverso. Importante successo dell’Entella contro il Novara (2-1), con Marco Crimi che, con la maglia dei liguri, si fa trovare più distratto del solito, nonostante entri nell’azione del gol del pareggio dei suoi. Sconfitto il Foggia contro il Frosinone: in campo Matteo Rubin, terzino sinistro, che offensivamente disputa una buona partita, mentre in fase difensiva viene spesso preso alle spalle dagli attaccanti avversari. Pareggiano anche Parma e Spezia (0-0): bene Claudio Terzi, impossibile da superare per gli attaccanti ducali. Travolto il Perugia dall’Empoli, con il solo Matteo Brighi che scende in campo per gli umbri: bene a inizio gara, col passare dei minuti non riesce a fare da diga come suo solito.

All’estero l’unico ad aver “giocato” è Manolo Gabbiadini che, in quattro giorni, in due gare, è sceso in campo per soli 20 minuti complessivi. Sia nel pareggio contro il Manchester United che nella sconfitta per mano del Crystal Palace l’attaccante italiano non è andato oltre ai 10’ di gioco a match. Vicino il suo addio?

Prossimo appuntamento mercoledì, sempre alle 16.00, sempre e solo, su www.1000cuorirossoblu.it! Non mancate!

 

 

Foto Moscardelli: Amaranto Magazine

Foto Vassallo: La Nazione

Foto Maini: La Nazione

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 04 Gennaio 2018 10:57
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.