Nicolas Viola Nicolas Viola fonte immagine: Bologna FC

Stadio - Bologna, Nicolas Viola a disposizione: obiettivo minutaggio e condizione

Scritto da  Nov 24, 2021

Uno spezzone con il Venezia e buone sensazioni. Il rodaggio di Nicolas Viola è cominciato. Il centrocampista calabrese, dopo le iniziali, inevitabili, difficoltà fisiche, sta ritrovando la forma migliore per giocare con continuità.

STOP - Appena arrivato a Bologna Viola ha immediatamente subito il contraccolpo. Primo allenamento in gruppo, e stop. I mesi di preparazione, a casa, in solitaria, non sono bastati ed inevitabilmente il fisico di Viola ne ha risentito. Tuttavia, passata questa fase il centrocampista si è potuto mettere a disposizione di Miha e domenica il tecnico serbo lo ha messo in campo, appena 8 minuti, ma riassaporare il campo e l’atmosfera partita è stato certamente importante per Viola che non giocava dallo scorso maggio in occasione della sfida tra Benevento e Atalanta.

CRESCITA - L’obiettivo per Nicolas e lo staff del Bologna è aumentare gradualmente i giri del motore. Il centrocampista non è ancora pronto a giocare una partita intera, ma da qui alla fine del 2021, aumenterà certamente il suo minutaggio per essere a disposizione di Mihajlovic. Un aumento graduale per cui però potrebbe non esserci tanto tempo. I rossoblù lottano con la mancanza di alternative a centrocampo da settimane. Come se non bastasse è ormai certo che Jerdy Schouten, tornato in Olanda per curare i problemi fisici che lo tormentano, non sarà pronto prima del 2022, mentre Kingsley ha appena cominciato la riabilitazione dopo la frattura del perone. Viola è dunque rimasta la prima ed unica alternativa agli stakanovisti Svanberg e Dominguez. E proprio quest’ultimo non fa dormire sonni tranquilli a Sinisa Mihajlovic, il centrocampista argentino infatti da qualche partita gioca con una diffida pendente, e il prossimo giallo farà scattare la squalifica costringendo a forzare i tempi del rodaggio di Viola.

 

fonte: Dario Cervellati, Stadio

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.