Stadio - Dietrofront Svanberg: il centrocampista potrebbe restare Damiano Fiorentini per 1000cuorirossoblu

Stadio - Dietrofront Svanberg: il centrocampista potrebbe restare

Scritto da  Giu 10, 2022

Continua a muoversi il mercato rossoblu, sia in entrata che in uscita. Per quanto riguarda il primo, oltre a Andrea Cambiaso e Ayrton Lucas, il nome nuovo per la fascia è Giuseppe Pezzella, esterno sinistro di proprietà del Parma che ha raccolto 20 presenze nell’ultimo campionato con la maglia dell’Atalanta. 

Parlando invece di mercato in uscita, la novità è che la cessione di Mattias Svanberg non è più così scontata: le offerte finora arrivate ai rossoblu non hanno infatti soddisfatto le richieste economiche e la società è decisa nel non voler svendere il centrocampista svedese. Lo stesso Marco Di Vaio avrebbe già informato Martin Dahlin, procuratore del calciatore, della posizione assunta dal Bologna, disposto si a vendere Svanberg, ma non a cifre basse. Tutto questo nonostante il contratto dello svedese scada a giugno 2023, quindi con il rischio concreto di perderlo a parametro zero la prossima estate. Un azzardo, forse, ma il Bologna vuole trarre il massimo profitto dal suo gioiellino, con la speranza che, magari, in assenza di richieste concrete, lo svedese si convinca a rinnovare, cosa che lo stesso agente di Svanberg non ha mai escluso. 

 

Intanto, Svanberg ha parlato della propria situazione ad alcuni media svedesi: “Non posso dire molto al di là di quanto hanno scritto i giornali, ma non vedo l’ora che arrivi l’estate, anche per capire cosa accadrà. Il club ha l’occasione per vendermi, io non ho problemi a restare in Italia come non ne avrei se dovessi provare qualcosa di nuovo. Per certi versi è divertente essere menzionati in certi contesti, ma ho anche detto al mio agente di non parlare di mercato fino a quando non saranno finiti i miei impegni con la Nazionale”. In sostanza, Svanberg non avrebbe problemi a restare ma continua a sognare la Premier League. La mancata cessione dello svedese, tuttavia, non escluderebbe però una cessione eccellente, con il Bologna che ha bisogno di fare cassa per comprare; una cessione che sarà stabilita dal mercato e dalle offerte che arriveranno ai rossoblu, i quali, giustamente, non vogliono fare sconti a nessuno.

Fonte: Claudio Beneforti, Stadio