Raddoppio su: Ben Bentil

Scritto da  Gen 28, 2022

Comincia oggi una nuova rubrica che si focalizza sugli avversari che la Fortitudo dovrà fronteggiare nel weekend, in particolare sul giocatore che potrebbe dare i grattacapi maggiori ai biancoblu e per questo da ritenersi osservato speciale o, meglio, meritevole di raddoppio.

Si parte dall'avversario probabilmente più difficile da affrontare in campionato che vanta ben più di un'individualità da tenere d'occhio. E' vero che l'Olimpia Milano in LBA ha perso l'ultima contro Pesaro e non scende in campo in Italia da più di dieci giorni ma è altrettanto vero che in Eurolega non ha perso il ritmo, vincendo le ultime due sfide e questa sera scende in campo per cercare il tris nella sfida con lo Zalgiris.

Una sfida che prima della palla a due pare proibitiva sotto quasi tutti gli aspetti, forse solo il fattore stanchezza potrebbe giocare a favore della squadra di Martino ma anche qui, la profondità del roster della capolista è ben noto. 

Al netto della superiorità corale dell'avversario, il raddoppio dovrà essere fatto su Benjamin "Ben" Bentil, ala 26enne ghanese di 206 cm per 107 kg. Giocatore che fa della fisicità il suo punto di forza unito ad una mano calda in diversi punti del campo. Sbarcato a Milano da meno di due mesi, ha subito messo in evidenza le sue qualità, soprattutto sotto le plance; nel 2022 diverse vittorie, come quella colta contro la Virtus, portano la sua pesante firma. 12 punti di media nelle 6 gare disputate in campionato finora condite da 6,5 rimbalzi (sempre in media) ed ottime percentuali al tiro.

Proprio per queste sue qualità e conoscendo le difficoltà della effe nel lottare a canestro dovrà essere l'osservato speciale di turno. In questo momento, con Toté non ancora al 100% e Groselle da qualche settimana in difficoltà, Bentil può davvero essere il go-to-guy di domenica pomeriggio e sbaragliare la concorrenza facendo lievitare i propri numeri statistici. E' ipotizzabile, infatti, che la sua marcatura si alternerà, tra Benzing e Groselle, con il secondo favorito ad arginarlo nella lotta a rimbalzo. Lotta nella quale l'ala dell'Olimpia parte nettamente avvantaggiata anche per la sua facilità nell'approccio alle gare, spesso è in grado di entrare in partita fin da subito.

Forse, nel confronto sul piano fisico, Jacopo Borra potrebbe essere l'unico in grado di reggere la forza di Bentil ma il lungo biancoblu gode raramente della fiducia del coach anche per limiti tecnici rispetto ai compagni di squadra. 

Inoltre, va ricordato come questo osservato speciale sia anche un ottimo tiratore sia dalla media che dalla distanza (viaggia con il 40% da tre ed il 58% da due). Qui Benzing dovrà essere coadiuvato da un compagno per impedirgli conclusioni facili. 

Riuscirà la Fortitudo a raddoppiarlo? Servirà un sforzo straordinario, sapendo che se dovesse riuscire a limitarlo le bocche da fuoco della squadra di Messina rimangono infinite. Infinite meno una.

Ultima modifica il Venerdì, 28 Gennaio 2022 15:40
Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e di pallone, ciclismo e palla a spicchi. Tifosissimo rossoblù da sempre. La prima prima partita che ho visto allo stadio è stata di Coppa Intertoto nel 1998: Bologna-National Bucarest 2-0.