Charles Leclerc saluta il pubblico dopo la pole Charles Leclerc saluta il pubblico dopo la pole ferrari.com

Formula 1 - Qualifiche, Leclerc fa 13 a Barcellona, Sainz terzo!

Scritto da  Mag 21, 2022

Charles Leclerc colpisce ancora! Il pilota monegasco ha portato alla Scuderia Ferrari la quarta pole position su sette gare in questa stagione nonché la numero 234 della storia del team in Formula 1. Proprio dietro di lui in griglia prenderà il via Carlos Sainz che ha completato con la terza posizione una splendida prestazione di insieme della squadra – non solo in pista ma anche al muretto nelle chiamate legate a gomme e traffico – in una qualifica come sempre tiratissima e caratterizzata da temperature molto elevate. Per Charles si tratta della pole numero 13 della carriera, che fa salire il monegasco al quarto posto tra i piloti di Maranello alla pari con il leggendario Alberto Ascari.

Mossa strategica. Dopo aver superato facilmente la prima fase Charles e Carlos hanno iniziato la seconda provando ad accedere al Q3 con la gomma Soft usata nel Q1. Leclerc è riuscito a far segnare un buon 1’19”969, mentre Carlos ha fermato i cronometri a 1’20”386. A quel punto il muretto e Charles hanno deciso di correre il rischio di restare in garage – unico tra tutti – così da salvare un treno di gomme Soft nuovo per domenica e avere una carta in più a livello di strategia da giocarsi nel Gran Premio che scatta domani alle 15. Carlos invece è tornato in pista con pneumatici nuovi passando agevolmente il turno in 1’19”453.

Q3. Nella fase decisiva per l’assegnazione della pole position entrambi i ferraristi hanno potuto contare su due treni di gomme Soft nuove. Al primo tentativo Carlos ha fermato i cronometri a 1’19”423, mentre Charles, che stava ottenendo un ottimo giro, è finito in testacoda alla chicane prima dell’ultima curva spiattellando gli pneumatici. Il monegasco si è precipitato ai box ed è tornato in pista con Soft nuove per nulla deconcentrato dalla vicenda del giro precedente. La squadra ha scelto il momento ideale per rimandarlo in pista e Charles ha ripagato tutti con un tempo fantastico, 1’18”750 – unico pilota sotto il muro dell’19” – che ha relegato ad oltre tre decimi il primo degli inseguitori, Max Verstappen. Anche Carlos ha migliorato il proprio tempo scendendo a un ottimo 1’19”166, ad appena 93 millesimi dalla seconda piazza. La gara di domani si preannuncia molto combattuta ma Leclerc e Sainz dispongono di una F1-75 in grado di lottare al vertice e non è detto che per la partenza la terza posizione di Carlos sullo schieramento sia peggiore della seconda in prima fila. Ci sarà da divertirsi, come sempre fin qui in questa stagione.

 

Charles Leclerc #16

"Abbiamo migliorato di molto rispetto a ieri e il team in questo ha fatto un lavoro fantastico. Avevamo faticato moltissimo nelle prime due sessioni di libere, specialmente con le gomme, ma analizzando tutti i dati la notte scorsa abbiamo deciso di fare dei cambiamenti significativi sulla vettura. Questa mattina abbiamo effettuato un long run e si sono visti dei passi avanti concreti, e ora speriamo che sia abbastanza per stare davanti ai nostri rivali che nelle ultime due gare sono stati più forti di noi. Per quanto riguarda le qualifiche, è stata una sessione non facile: credo che il mio primo giro in Q3 fosse molto buono fino a che non ho spinto un po’ troppo in curva 14 perdendo il posteriore. A quel punto ho avuto solo una possibilità di portare a casa il giro da pole e sono stato molto soddisfatto di quello che mi è riuscito, così come della nostra performance in generale. "

Carlos Sainz #55

"Nel complesso la terza posizione è un buon risultato per domani e guardiamo con fiducia alla gara, visto che anche gli aggiornamenti sembrano funzionare bene. Faccio ancora fatica con il posteriore che sento piuttosto leggero e di conseguenza non mi permette di guidare come vorrei. Siamo comunque riusciti a portare a casa il terzo tempo che è un buon punto di partenza per andare all’attacco domani. Daremo tutto per lottare per la vittoria. Un grande grazie va ai meccanici per il super lavoro che hanno fatto stanotte nel cambiare il telaio e anche a tutti i tifosi che dalle tribune mi hanno fatto sentire fortissimo il loro supporto. Non vedo l’ora che sia il momento della partenza domani."

 

AlphaTauri fuori dalla top ten

Per la scuderia di Faenza quella di oggi è stata una giornata difficile, caratterizzata da alcuni problemi che non hanno consentito di raggiungere un buon bilanciamento. Entrambe le vetture si sono fermate al Q2, con Yuki Tsunoda tredicesimo e Pierre Gasly quattordicesimo. Il Circuit de Catalunya è un tracciato dove storicamente non è semplice sorpassare, ma i due piloti del team romagnolo cercheranno di entrare in zona punti nonostante la posizione di partenza.

 

Yuki Tsunoda #22

“Oggi penso che abbiamo tirato fuori il massimo dalla macchina, quindi devo essere soddisfatto. Le cose non sono andate per il meglio già dalle PL1, qui a Barcellona abbiamo davvero faticato a trovare il passo, soprattutto rispetto a Miami. Eravamo consapevoli fin dall’inizio che entrare in Q3 sarebbe stato molto difficile. Non è certo uno dei migliori weekend per la squadra, ma speriamo di poter addrizzare il tiro in gara domani”.

Pierre Gasly #13

“Già da ieri abbiamo faticato tanto. Stamattina, nelle Libere 3, si è presentato un problema durante il giro di lancio che ci ha impedito di continuare. Voglio ringraziare tutti i meccanici che hanno rimesso a posto la macchina in tempo per le qualifiche di oggi, perché hanno dovuto lavorare davvero tanto. Su questa pista ci mancava il passo e avremmo voluto provare delle cose stamattina, ma purtroppo non è stato possibile. Così abbiamo pensato di provare a fare qualcosa di diverso in qualifica, con l’obiettivo di tirare fuori un po’ più di velocità dalla macchina, ma non ha funzionato, è stata una sessione complicata. Domani è un altro giorno ed è anche quello che assegna punti. Ci aspetta una gara piuttosto lunga e difficile, soprattutto sotto il profilo del degrado delle gomme. Crediamo ci saranno tante soste, quindi potrebbero presentarsi delle opportunità per risalire in zona punti”.

 

Fonte: Comunicati stampa Scuderia Ferrari e Scuderia AlphaTauri

Yuri Barbieri

Imolese, cresciuto avendo negli occhi l'orizzonte della Torre dell'Autodromo di Imola e nelle orecchie il rombo dei motori. Pianse per l'emozione varcando per la prima volta i cancelli dell'Autodromo indossando la divisa da ufficiale di gara, attualmente cerca di trasmettere la propria passione per il motorsport scrivendo per 1000 Cuori Motorvalley e collaborando ai contenuti web di Lamborghini Squadra Corse.