RS-GAZZETTA.IT - Genoa vs Bologna 2 - 0 - 6 Gennaio

Scritto da  Redazione 1000cuori Gen 06, 2013

Il Genoa espugna Marassi, campo in cui non vinceva da ormai immemorabile tempo: autore indiscusso di questo 2-0 al Bologna è il bomber Borriello, che segna una doppietta e regala tre punti fondamentali al suo club. 

La partita parte con novità nelle due formazioni: Immobile c’è (nonostante i le cattive condizioni con cui si presentava per questo match), Gabbiadini no, Diamanti in panchina (entrerà nella ripresa). Dopo il trauma cranico e gli accertamenti in ospedale di ieri, il mister friulano fa comunque partire titolare la giovane punta napoletana di fianco a Borriello. Tra gli emiliani, invece, attacco rivoluzionato: Gabbiadini nemmeno convocato per un problema muscolare e la fantasia di Diamanti, pure lui acciaccato, resta bloccata in panchina. Dentro quindi solo Gilardino, con Kone, Taider e Pasquato alle spalle, a rifornire le punte. In un momento così turbolento, per i genoani diventa fondamentale una vittoria, considerato che i tre punti in casa non arrivano dal lontanissimo esordio in campionato. del  26 agosto e in campo c’era da demolire il Cagliari. L’inizio della squadra di Delneri, con i nuovi acquisti Pisano e Matuzalem dentro dal 1’, stavolta in effetti è rabbioso, anche se il Bologna non si lascia intimidire. Vargas-Antonelli sbrigano una mole di lavoro incredibile sulla sinistra, sfornando cross a ripetizione, ma in area Borriello e Immobile sembrano svogliati e incidono poco. C’è solo uno squillo dell’ex Pescara defilato sulla destra, sul quale Agliardi è reattivo. Per il Bologna, ordinato e senza i tocchi preziosi di Diamanti, si propone un paio di volte Pasquato, mentre Gila combina poco, isolato in avanti. L’intensità c’è, la paura di perdere punti salvezza ancora di più. Al 21’ il Genoa recrimina: Immobile, spalle alla porta, sta per ricevere la palla in area e Khrin interviene, involontariamente, sul tallone dell’attaccante. Banti dice che non c’è fallo e fa proseguire, con la panchina ligure che accenna ad una protesta.

La ripresa di Delneri nasce sotto altri auspici: esce per un affaticamento il migliore, Vargas, dentro Moretti e Antonelli viene avanzato per continuare a supportare il 4-4-2. Il Bologna cresce pian piano e quando vedi Diamanti scaldarsi a bordo campo pensi che Pioli allora voglia portare a casa la partita. Ma è una straordinaria giocata di Immobile e Borriello che cambia completamente la partita: i due attaccanti, con una triangolazione efficacissima che li porta a tu per tu con Agliardi, confezionano la rete di Borriello, che porta in vantaggio, a sorpresa, la squadra di casa.

Diamanti viene lanciato allora nella mischia e il Bologna viene ridisegnato con un 3-4-3 con Taider e Guarente in mezzo. Ma al 28’ è ancora l'ariete partenopeo  a trovare il colpo del KO, con un destro a incrociare sul palo più lontano di Agliardi che condanna il Bologna alla seconda sconfitta consecutiva. C'è tempo per il ritorno di Floro Flores nel nostro campionato italiano (provenienza Granada)  e l’uscita, stavolta con applausi, di Immobile. Al 36’ Seymour, imbeccato dalla palla filtrante proprio di Floro Flores, si vede negare il 3-0 dal portiere bolognese, ma la festa non si guasta affatto. Espulso negli ultimi istanti Guarente che rende ancora più triste il pomeriggio dei felsinei. Occorre il pronto riscatto, domenica prossima, con il Chievo.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:45