foto EcodiBergamo foto EcodiBergamo

Il Bologna splende: 2 a 1 all'Atalanta

Scritto da  Dic 15, 2019
BOLOGNA - Un Bologna bello da vedere inchioda l’Atalanta, battendola per 2 a 1. Dall’Ara estasiato dalla prestazione di Rodrigo Palacio.
Mihajlovic presenta Denswil come terzino sinistro, con Tomiyasu nell’altra fascia mentre in avanti Dzemaili giostra dietro Palacio. L’Atalanta risponde con Malinovskyi al posto di Gomez e Muriel punta d’attacco.
Nei primi minuti appare un Bologna piuttosto volitivo con la banda destra efficacemente supportata da Tomiyasu e Orsolini. L’Atalanta sembra sorpresa e cerca palleggio per interrompere le folate rossoblù.
Al 6’, però, l’Atalanta va vicino al vantaggio ma Malinovski sbaglia da buona posizione e il risultato rimane invariato.
Risponde il Bologna in seguito ad un calcio d’angolo: dal vertice destro dell’area difesa da Gollini, Orsolini prova il tiro a giro ma la palla esce larga.
Intervento determinante di Skorupski al 9’, ancora su Malinovski. Tra i due a tu per tu, la spunta il portiere rossoblù. L’Atalanta comincia a far sentire le unghie.
Ma all’12’ il Bologna parte in contropiede da un calcio d’angolo avversario; Orsolini è irresistibile e, dopo una sterzata, cerca la botta dalla distanza. Il pallone incoccia il palo ma Palacio è in agguato e va in tap-in infilando la porta nerazzurra. 1 a 0 e il Bologna comincia nel migliore dei modi.
Bravissimo ancora Skorupski, due minuti più tardi, che smanaccia a terra una palla che camminava pericolosamente in mezzo all’area.
Un’altra bella ripartenza per i rossoblù arriva alla mezz’ora, tuttavia la conclusione di Palacio dal limite dell’area non trova la porta avversaria.
Incredibile quello che succede al 40’ quando Pasalic, indisturbato davanti alla porta vuota, manda sopra la traversa.
Allo scadere dei primi 45’ minuti, la squadra rossoblù si avvicina nuovamente al gol dopo una costruzione a tutta velocità piuttosto spettacolare: il tiro di Palacio, tuttavia, incontra l’intervento perfetto di Gollini che sventa in angolo.
Non c’è altro da segnalare nella prima frazione che si chiude col meritato vantaggio della squadra di casa.
Nel secondo tempo, il primo tiro è dell’Atalanta con Muriel che, al terzo, spedisce di poco alto dalla distanza.
Spettacolo rossoblù al 51’ quando Palacio stoppa magnificamente un lancio proveniente dalla propria difesa e poi calcia al volo: attento, Gollini disinnesca.
Al 53’ però il Bologna va di nuovo in gol: l’assist dalla trequarti è di Tomiyasu e Poli svetta di testa per il suo primo gol in campionato: 2 a 0 e i rossoblù sono anche belli da vedere, soprattutto nella capacità di ribaltare in velocità le situazioni.
Due minuti più tardi, Muriel cerca di raddrizzare l’incontro ma, da buona posizione, non trova la porta.
Allo scoccare dell’ora di gioco, l’Atalanta riapre il discorso grazie a Malinovskyi che sfrutta alla perfezione un assist di Barrow e trafigge Skorupski in uscita. 2 a 1 e, per i colori rossoblù, ci sarà da soffrire per almeno una mezz’ora per provare a mettere via l’intera posta.
Al 68’ miracolo di Danilo che, tuffandosi col destro, salva sulla linea un pallonetto di Barrow che stava entrando in rete.
Uscita coraggiosa al 70’ di Skorupski che narcotizza un’occasione favorevole a Barrow nella ricezione di un pallonetto di Muriel da fuori area.
Al 77’ botta da fuori di Malinovskyi , respinge Skorupski e poi Barrow alle stelle; l’Atalanta spreca un’occasione d’oro. Due minuti più tardi, Mihajlovic manda in campo Santander, sostituendo Palacio che esce sotto un diluvio di applausi.
Proprio Santander ha una buona palla all’80’ ma il tiro è troppo strozzato e esce rasoterra dal secondo palo.
Altra occasione sprecata per l’Atalanta al’87’ quando Barrow, a pochi metri dalla porta, manda alto una prima respinta di Skorupski.
Un minuto dopo, Danilo si becca anche la seconda ammonizione e viene spedito negli spogliatoi. Il fallo su Barrow è ineccepibile. Miha manda in campo Mbaye al posto di Orsolini. Nel frattempo, Djimsiti aveva sfiorato l’incrocio dei pali, sfruttando di testa un assist di Gosens.
L’arbitro concede quattro minuti di recupero. Ma non accade niente da segnalare davvero in cronaca e il Bologna si mette in tasca tre punti importantissimi per classifica e morale.
 
Bologna (4-2-3-1): Skorupski, Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil, Poli, Medel (62’ Svanberg), Orsolini, Dzemaili, Sansone, Palacio (79’ Santander). All.: Sinisa Mihajlovic 
Atalanta (3-4-2-): Gollini, Toloi, Palomini, Djimsiti; Castagne (62’ Hateboer), De Roon, Freuler (54’ Barrow), Gosens; Malinovski, Pasalic; Muriel (83’ Colley). All. Gasperini
Arbitro: Massa da (assistenti Liberti e Vecchi; IV uomo Sacchi; Var Meli, assistente Nasca)

Reti: 12’ Palacio, 53’ Poli (B), 60’ Malinovskyi (A)

Ammoniti: 32’ Pasalic (A), 62’ Orsolini, 70’ Sansone, 76’ Palacio, 86’ e 88’ Danilo (B)

Espulsi: 88’ Danilo per doppia ammonizione (B)
Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.