Bologna beffato, il Cagliari rimonta e vince 2-1 crediti immagine: bolognafc.it

Bologna beffato, il Cagliari rimonta e vince 2-1

Scritto da  Gen 11, 2022

Dopo mille polemiche finalmente il Bologna torna in campo, ospite del Cagliari a chiudere la 21a giornata di serie A. Tantissime le defezioni per gli ospiti che devono fare a meno di diversi giocatori: Hickey, Medel, Soumaoro, Sansone, Santander e tre giocatori della Primavera colpiti dal Covid, Barrow e Mbaye impegnati in Coppa d’Africa. Diverse le assenze anche per i padroni di casa che devono fare a meno di Godin, Caceres, Oliva, Keità Balde e Nandez. Il Bologna si schiera con l’ormai collaudato 3-5-2: Skorupski tra i pali, difesa composta da Bonifazi, Binks e Theate, linea a cinque con Skov Olsen, Svanberg, Dominguez, Soriano e Dijks, in avanti Orsolini e Arnautović. Modulo speculare con Mazzarri che schiera Cragno in porta, difesa a tre molto giovane con Altare, Lovato e Carboni, a centrocampo Bellanova, Deiola, Grassi, Marin e Lykogiannis, in avanti Joao Pedro e Pavoletti

Bologna che inizia bene, con un lungo possesso e diversi cross in area di rigore che però sono preda della difesa del Cagliari. Prima parata di Skorupski all’ottavo minuto di gioco: sponda di petto di Pavoletti, Joao Pedro arriva al tiro dal limite dell’area, centrale para il n. 28 del Bologna anche se era tutto fermo per fuorigioco. Al 13’ palo clamoroso del Cagliari: Lykogiannis mette in mezzo, la difesa del Bologna non interviene e dalle retrovie sbuca Bellanova che dal lato corto dell’area piccola stampa il pallone sul palo, brividi per il Bologna. Al 18’ bello spunto di Orsolini che si invola verso la porta e viene atterrato da Altare, giallo per il numero 15. Al 23’ buona occasione per il Bologna: parapiglia nell’area di rigore del Cagliari, pallone vagante che arriva per Theate che al volo di sinistro impegna Cragno. Cagliari che spinge molto, soprattutto alla fine del primo tempo con diversi contropiede sventati dalla difesa del Bologna che chiude come può. 

Al 53’ la partita si sblocca: Orsolini su punizione defilata sulla destra lascia partire un sinistro chirurgico che scavalca la barriera e batte Cragno, grandissimo gol del numero 7 che torna a segnare su punizione. Il Bologna potrebbe raddoppiare subito, palla in mezzo di Dijks, Arnautović controlla male, ma arriva comunque al tiro che viene stoppato da Lovato che si immola a protezione della propria porta. Al 68’ ci prova Marin da fuori area, tiro alto che finisce in curva. Al 70’ pareggia il Cagliari con Pavoletti che su assist di Gaston Pereiro si allunga in scivolata e spinge il pallone in porta. 1-1 che era nell’aria, il Bologna si era abbassato troppo. Al 75’ occasione colossale per il Bologna: Lovato calcia addosso ad Arnautovic palla che si alza e destro al volo di Orsolini, Cragno fa un miracolo e fa rimbalzare il pallone sul palo. All’81’ altro palo del Bologna con Skov Olsen che servito splendidamente da Dominguez colpisce di testa ma sbuccia il palo alla destra di Cragno. All'87' si rivede Falcinelli che prende il posto di uno stanco Orsolini con qualche problema alla spalla. Ma al 94' l'orgoglio del Cagliari è decisivo: serie di batti e ribatti, il pallone finisce a Gaston Pereiro che si smarca da Theate calcia di sinistro e sorprende Skorupski sul suo palo, più di qualche colpa del portiere polacco. Partita ribaltata e delirio all'Unipol Domus. 

Fischia tre volte Ghersini, vince il Cagliari 2-1.

Gianluca Gennai

Studente di Giurisprudenza all’università di Bologna, appassionato del Bologna sin dalla più tenera età. Tifo ergo scrivo.